GIARRE – La Regione siciliana ha comunicato al Comune di Giarre di aver emesso il mandato per il pagamento di una parte dei fondi necessari a far ripartire il cantiere degli interventi di risanamento statico della Chiesa madre “S. Isidoro Agricola”, l’edificio di culto più importante della città jonica. La somma concessa, come riferisce una nota della Segreteria generale della Presidenza, a firma del dirigente del III Servizio economico-finanziario, Alessandra Di Liberto, ammonta a 103 mila 545,60 euro.

I lavori al Duomo di Giarre erano stati interamente finanziati dalla Regione Siciliana nel 2011 per un importo complessivo di circa un milione di euro; dal 2013 la chiesa è agibile ed aperta al culto solo in parte, mentre l’iter degli interventi ha subito numerosi e prolungati rallentamenti per la discontinuità nell’erogazione dei fondi.

In una nota dello scorso 23 settembre, il Comune di Giarre aveva richiesto l’accredito della cifra complessiva di 367 mila 861,19 euro ma nel mese di ottobre l’amministrazione regionale aveva riferito dell’impossibilità dell’impegno di tali fondi, a causa del raggiungimento della soglia del patto di stabilità da parte della Segreteria generale.

«Abbiamo accolto con soddisfazione il mutamento di indirizzo da parte della Regione che segue le nostre ripetute sollecitazioni in tal senso. – così il sindaco di Giarre, Roberto Bonaccorsi, che già nel 2014 aveva investito della questione Duomo il presidente della Regione Crocetta − La disponibilità dei fondi consentirà di muovere un utile passo verso il ripristino di condizioni di normalità per la nostra chiesa».

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi