GIARRE − La Procura di Catania, ha emesso 37 avvisi di conclusione indagini (affidati per delega ai carabinieri della locale compagnia) per il blocco dei treni in occasione della plateale protesta inscenata da decine di cittadini alla stazione ferroviaria di Giarre- Riposto, dopo la chiusura del pronto soccorso dell’ospedale S.Isidoro di Giarre e, in conseguenza alla morte sospetta di tre persone. La protesta era esplosa dopo il decesso di Maria Mercurio, avvenuto per arresto cardiaco mentre era a bordo di una ambulanza del 118 priva di medico.

Tra i destinatari dei numerosi avvisi di conclusione indagini, notificati dal sostituto procuratore di Catania Martina Bonfiglio, figurano, tra gli altri, il vice sindaco di Giarre, Salvo Patanè, iconsiglieri comunali giarresi Gabriele Di Grazia, Tania Spiraleri e Giovanni Barbagallo, il presidente della locale Confcommercio, Francesco Candido. E inoltre familiari e parenti di Maria Mercurio, la vittima del terzo presunto caso di malasanità.

L’accusa contestata è: interruzione pubblico servizio in concorso. Gli indagati, secondo l’accusa, ingombrando i binari della stazione ferroviaria Giarre- Riposto, cagionavano una interruzione del servizio pubblico o comunque turbavano la regolarità del servizio di pubblico trasporto lungo la tratta Catania Messina e viceversa per un apprezzabile lasso di tempo.

I nomi di tutti gli indagati

La Rosa Angelo, Di Grazia Gabriele, Spitaleri Tania, Barbagallo Giovanni, Cotugno Rosario, Salanitri Alessandro, Giuseppe Esposito, Debora Ardizzone, Sebastiano Grasso, Josè Patanè,  Gabriele Tetto, Giuseppe Nucifora, Mario Bellerino, Francesco Candido,  Salvatore Di Mauro, Giulia Arcidiacono, Emanuel Bannò, Rosalba Mercurio, Sebastiano Mercurio, Maurizio Mercurio, Massimo Mercurio, Roberto Pappalardo, Camillo Previti, Massimo Mercurio, Lauretta Caltabiano, Diego Mercurio, Alessandro Liotta, Angelo Andò, Gaetano Mercurio, Marcello Mercurio, Donatella Mercurio, Vincenzo Musumeci, Alfio Mancuso, Salvatore Greco, Leonardo Patanè.

fonte: gazzettinonline.it

Scrivi