GIOIOSA MAREA – Si è verificata poche ore fa una nuova frana in zona Skino di Gioiosa Marea sulla Strada Statale 113, già colpita e, conseguentemente, chiusa al transito, nelle scorse settimane.

Si tratta di uno sgretolamento vero e proprio che ha provocato il cedimento di massi da 50-60 metri cubi che hanno letteralmente divelto la rete di protezione. Complessivamente si stimano, ma non si tratta di un dato ufficiale, circa 500 metri cubi di materiale che si è depositato sulla carreggiata della S.S. 113 (“Settentrionale Sicula”). Alcuni di questi massi, addirittura, sono rotolati fin sulla spiaggia sottostante.

Sono intervenuti prontamente gli uomini dell’Anas, impegnati a Gioiosa Marea anche per rimuovere una scia di olio che un camion ha riversato sulla Strada Nazionale, che si stanno prodigando per erigere una sorta di muro con delle speciali transenne alte due metri circa all’ingresso del Comune di Gioiosa Marea, per evitare che qualche sprovveduto o, semplicemente, curioso possa mettere in pericolo la propria vita percorrendo il tratto in questione.

Sul posto erano presenti anche alcuni tecnici, tra cui l’ing. Ballato, e assessori (Carmelita Lisciandro e Mariagrazia Giardina) del piccolo comune della costa tirrenica.

Gioiosa Marea è di fatto isolata: le scuole in gran parte si trovano in direzione Messina così come l’ospedale. Anche in direzione Palermo la viabilità è compromessa, la frana all’altezza di Gliaca di Piraino costringe a un senso alternato regolato da semaforo. Gli abitanti sono estenuati ormai da anni da questa sorta di “Spada di Damocle” che ciclicamente incombe sui loro capi. Più volte nel corso degli anni è stato chiesto di aprire uno svincolo autostradale che consenta di bypassare la S.S.113.

Infatti, il Consorzio Autostradale sta lavorando per esprimere il proprio parere sulla fattibilità del progetto. Poi, toccherà agli enti di competenza, tra cui anche il Ministero dei Trasporti, realizzare l’infrastruttura.

Ma, intanto, gli anni passano e il problema persiste.

Antonio Ioppolo

(Copyright Antonio Ioppolo - Sicilia Journal)

(Copyright Antonio Ioppolo – Sicilia Journal)

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi