La storia, i valori e l’attualità del suo pensiero da sabato 6 dicembre a Valverde

Amava la Sicilia, Giorgio Almirante, lo storico segretario del Movimento Sociale Italiano, uno dei più grandi oratori della Repubblica Italiana, un uomo straordinario, un leader dagli occhi magnetici, che grazie al suo carisma e alla sua oratoria riusciva a farsi rispettare anche da tanti leali avversari politici per la sua coerenza e la sua onestà. Di Catania diceva:”“Questa è la pupilla dei miei occhi” e piazza Università si infiammava rispondendo con un grande applauso che sembrava non finire mai in un tripudio di bandiere.  MOSTRA ALMIRANTE
Almirante arrivava al cuore e parlava con il cuore. Fu un leader  carismatico dell’opposizione in un tempo difficile. Conosceva la gente e i suoi bisogni e il rapporto con Catania e i catanesi fu un rapporto speciale e un amore mai tradito.
Negli anni di piombo Almirante si trovò ad essere a capo di un partito  che era destinatario di mille attacchi da parte di tutti partiti del cosiddetto “arco istituzionale”. Bisognava trovare un nemico in quel momento e fu individuato nel MSI. Almirante  difese i giovani e i militanti del suo partito e contemporaneamente difese la pace. Questo suo esemplare equilibrio lo impose al rispetto di tutti anche dei suoi nemici.
Ora la Fondazione Alleanza Nazionale, vuole sottolineare l’attualità del suo pensiero politico con una mostra video fotografica dal titolo:”Giorgio Almirante, la storia, i valori, l’attualità del suo pensiero” che sarà inaugurata domani, sabato 6 dicembre, alle ore 16,30,  nei locali La Katuyscia in via Dante, 37 a Valverde, alla presenza di Fabio Fatuzzo, Nello Musumeci, Salvo Pogliese, Roberto Lombardo e Sandro pappalardo. La mostra sarà visitabile fino alle ore 20,00 e domenica dalle 10,00 alle 14,00.
Sarà l’occasione per ritrovare il senso di una politica  fatta di valori e di una visione del mondo per la quale vale la pena vivere. Le idee di Almirante sono di grande spessore e ancora validissime, a trent’anni dalla sua morte: i valori etici, la famiglia naturale, l’identità nazionale. Un esempio e un modello per tutti.

S.R.

Scrivi