CATANIA – Presentate stamane nella sala “Coppola”  di Palazzo degli Elefanti, sede del Comune di Catania, le iniziative legate alla Giornata del Ricordo delle vittime delle Foibe e degli esuli istriani, dalmati e giuliani. Luigi Provini, presidente del Comitato 10 Febbraio – Catania, insieme con il coordinatore provinciale Antonio Scollo, a Luciano Zuccarello e Simone Granata hanno illustrato il programma degli appuntamenti previsti in settimana. Conferenze, convegni e manifestazioni si susseguiranno fino a sabato prossimo in tutta la provincia etnea.

Martedì 9 febbraio a Gravina, in collaborazione con i ragazzi della Consulta,  verrà deposta una corona d’alloro in memoria dei Martiri.
Mercoledì 10 alle ore 8:00 si terrà una conferenza all’istituto “Ercole Patti” di Trecastagni dal titolo “Giorno del Ricordo”.
Alle ore 10:00, a Pedara, all’istituto “Salvatore Casella” ci si concentrerà sugli aspetti storici riguardanti il massiccio esodo istriano – dalmata.

Sempre nel pomeriggio di Mercoledì 10, alle ore 18:30 a Catania, con partenza da Via Etnea altezza giardino Bellini, si svolgerà la “Fiaccolata del Ricordo” che si muoverà fino a Piazza Università.
Ancora si terranno, a Catania, una conferenza al liceo classico “Spedalieri”  e una, Sabato 13 mattina, all’istituto superiore “De Felice – Giuffrida”.
“Siamo soddisfatti di quanto stiamo facendo – dichiara Provini – finalmente si parla e si ha sempre più consapevolezza di quanto è accaduto. Ci auguriamo che ci sia, così come riscontrato in quest’ultimo periodo, una crescente attenzione per il ricordo di questa terribile pagina di storia che ha coinvolto migliaia di italiani e che per troppo tempo è stata colpevolmente dimenticata. L’auspicio è che i catanesi, e non solo loro, partecipino alle iniziative perché è fondamentale onorare la memoria di chi ha subito violenza e soprusi per  la sola “colpa” di essere italiano”.  Infine interviene Zuccarello: “Fa riflettere il fatto che, in Piazza Università, la lapide dedicata ai Caduti sia oscurata da un maxischermo pubblicitario. È un’offesa alla cultura e alla storia. Durante la nostra manifestazione di Mercoledì prossimo, grazie alla cortesia della “Unika Media Pubblicità”  lo schermo sarà oscurato per qualche minuto per poter commemorare al meglio le Vittime”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi