CATANIA – Lotta al fumo senza quartiere, anche attraverso la tecnologia. Domani mattina, martedì 26 maggio alle 11, nell’aula magna della facoltà di Medicina e Chirurgia si terrà il convegno multidisciplinare dal titolo “Tabagismo e vapagismo”, con l’obiettivo di approfondire il tema della dipendenza dal tabacco e a sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’impatto negativo del fumo sulla salute e sull’ambiente.
L’incontro, organizzato dalla Lega italiana Antifumo (Liaf) in collaborazione con l’associazione studentesca Archè, si inserisce nell’ambito delle iniziative previste in occasione della Giornata Mondiale Antifumo 2015, importante momento di riflessione globale sul tema, voluto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che si celebrerà in tutto il mondo il 31 maggio.
Il tema del tabagismo sarà affrontato sotto diversi profili scientifici da numerosi esperti del settore. Un viaggio nel mondo del fumo che passerà dall’aspetto psicologico a quello comunicativo, dall’analisi statistica fino a quella legislativa. Un incontro che sarà utile soprattutto per la diffusione di una cultura dell’antifumo capace di entrare a far parte delle conoscenze dei singoli. All’interno del convegno, inoltre, verrà presentato il progetto “Smettere di fumare con la realtà virtuale”, protocollo di ricerca altamente innovativo nato dall’incontro tra Liaf e la start-up Behaviour Lab, che si propone di aiutare i fumatori nel loro percorso di “disintossicazione” dal tabacco tramite sessioni di cybertherapy.
La giornata si aprirà con gli indirizzi di saluto del rettore dell’Università di Catania Giacomo Pignataro; interverranno poi il presidente della Liaf Lidia Proietti, con una relazione dal titolo “Impatto del fumo sulla salute globale”; il prof. Riccardo Polosa,  ordinario di Medicina Interna dell’ateneo catanese e responsabile scientifico dell’incontro (“Tobacco Harm Reduction: i nuovi prodotti a basso rischio)”; il dott. Massimo Caruso, ricercatore Liaf (“Sigaretta elettronica: danni o benefici?”); la prof.ssa Margherita Ferrante (“Inquinamento ambientale da fumo e da vapore”); i docenti Agatino Cariola e Giancarlo Antonio Ferro (“La legge antifumo in Italia e in Europa: un aggiornamento”); la prof.ssa Venera Tomaselli (“Tabagismo e popolazione giovanile”); la dott.ssa Marilena Maglia (“Psicologia del fumatore: differenze di età e di genere”), il prof. Pasquale Caponnetto (“Smoking Cessation: pillole, parole o digitale?”); la dott.ssa Daniela Saitta (“Fumo e ricerca, opportunità per Catania”); la prof.ssa Adriana Laudani (“La comunicazione sociale nelle organizzazioni complesse”); la dott.ssa Amanda Jane Succi (“Strategie di comunicazione a supporto degli enti locali”) e la dott.ssa Valeria Nicolosi (“Liaf: un decennio di crociate antifumo”).

Scrivi