20160423_095642

di Anna Agata Mazzeo

 

Paternò – Nel contesto del concorso “Storie sotto il Vulcano. I ragazzi raccontano”, dopo il successo del 2015, anche per quest’anno la Giuseppe Maimone Editore, ha voluto ripetere l’esperienza invitando studenti, docenti, rappresentanti delle istituzioni e lettori in un viaggio in littorina intorno all’Etna, occasione per festeggiare la giornata mondiale del libro.

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Paternò ha aderito, la Ferrovia Circum Etnea ha messo a disposizione un treno, che è partito dalla Stazione Borgo di Catania, ieri mattina alle 8.30 e ha attraversato i paesi pedemontani di Misterbianco, Belpasso, Piano Tavola, Paternò, Santa Maria di Licodia, Biancavilla, Adrano, Bronte, Randazzo, Solicchiata, Linguaglossa, con un rientro previsto per le 14.30.

Scrivi, disegna, inventa” questo lo slogan che coinvolge gli studenti per l’anno 2016, un incontro con le diverse realtà scolastiche territoriali e i suoi rappresentanti.

Soste programmate di 15 minuti ciascuna, per accogliere 150 passeggeri tra studenti, docenti, rappresentanti delle amministrazioni comunali e partner dell’iniziativa.

Una miscela di bellezza paesaggistica unita alla creatività del racconto, un’esperienza di particolare crescita per gli studenti che hanno aderito con i loro professori, occasione per ammirare il panorama, conoscere il territorio ed ascoltarne le storie che fanno da cornice.

L’entusiasmo generale che si è percepito dalla partecipazione al progetto ha riempito di orgoglio anche il sindaco di Paternò Mauro Mangano, che accompagnando gli studenti nel tragitto Paternò – Adrano ha dichiarato: “Il modo migliore per conoscere e parlare del territorio è la creatività, è raccontarlo scrivendo storie. Scrivere storie è immaginare storie, e da sempre l’immaginazione è il modo attraverso cui l’uomo conosce il mondo”.

Le scuole che hanno aderito all’iniziativa hanno realizzato cartelloni con citazioni di testi famosi, racconti, poesie e allietato i passeggeri con brevi esecuzioni musicali.

Il concorso aperto alle scuole secondarie di primo e secondo grado, prevede la presentazione di uno scritto inedito: racconto, saggio giornalistico, disegno, fumetto, e la premiazione dei più meritevoli nei giorni a seguire.

La Giornata Mondiale del Libro ha origini catalane e si festeggia sempre il 23 aprile, giorno di S. Giorgio, per questa occasione i librai della Catalogna regalano una rosa per ogni libro venduto, l’evento è patrocinato dall’Unesco, per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la tutela attraverso il copyright.

“Giuseppe Maimone Editore” ha realizzato, insieme alle amministrazioni dei paesi pedemontani, un connubio tra la passione per la scrittura e la valorizzazione del territorio, regalando ai passeggeri speciali della Fce l’emozione di una magia che incanta i sensi.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi