Il 4° reggimento genio guastatori di Palermo, della brigata “Aosta”, continua la sua opera di bonifica degli ordigni bellici inesplosi rinvenuti in Sicilia.

I guastatori sono intervenuti il 26 giugno nel comune di Monreale (PA), ed esattamente sul Monte Petroso nella frazione di San Martino delle Scale, dove è stato rinvenuto un proietto d’artiglieria italiano da 75 mm, l’ordigno era caricato con esplosivo ad alto potenziale (HE), i militari dell’esercito hanno distrutto il residuato bellico.

Un altro intervento simile, l’indomani ovvero il 27 giugno nel comune di Buseto Palizzolo (TP), in contrada Gambina, dove anche qui è stato rinvenuto un proietto d’artiglieria da 75 mm, l’ordigno era caricato con esplosivo ad alto potenziale (HE) ma questa volta è risultato essere di nazionalità tedesca; anche in questo intervento il residuato bellico è stato distrutto dai guastatori dell’esercito.

L’ultimo intervento il 1 luglio nel comune di Siracusa, qui i militari del 4° reggimento genio sono intervenuti in località Frescura su una bomba a mano italiana modello SRCM. Il residuato bellico si trovava incastrato in un muretto a secco, anche in questo caso l’ordigno è stato distrutto dai militari.

131a35d5-ce25-4a30-8223-4fb90786e9feok_GuastaIn tutti gli interventi sono state impiegate squadre specializzate del 4° reggimento genio guastatori di Palermo; infatti i guastatori entrati in azione possiedono una particolare specializzazione EOD (Explosive Ordnance Disposal), ma sono più comunemente indicati come artificieri; il reggimento interviene su richiesta della Prefettura e sotto il coordinamento del 2° comando Forze di Difesa (2°FOD) di San Giorgio a Cremano (NA).
Tutte le operazioni di distruzione eseguite dai militari sono state precedute e poi effettuate con particolari accorgimenti tecnici al fine di eliminare qualsiasi rischio per le persone e per i luoghi. Le capacità tecniche del personale ed i mezzi in dotazione all’esercito garantiscono il prezioso intervento in caso di pubblica utilità e per la tutela dell’ambiente.

Dal 2000 al 2013, i nuclei EOD dei reparti genio dell’esercito hanno eseguito oltre 37.000 interventi specialistici per la bonifica di ordigni esplosivi.
Nel 2014 gli specialisti dell’esercito del 4° reggimento genio guastatori di Palermo hanno già portato a termine 35 interventi di bonifica nel territorio siciliano, con il relativo disinnesco o distruzione degli ordigni rinvenuti.

Fonte: www.difesaonline.it

Scrivi