CATANIA – Gravina di Catania ha un ufficio per il diritto degli animali, ospitato al Pozzo dell’Arte nel parco comunale Borsellino. Il numero di telefono al quale rivolgersi per tutte le informazioni è 095 422470.

Listener“Siamo soddisfatti – ha detto il sindaco di gravina di Catania Domenico Rapisarda a margine dell’inaugurazione – per essere riusciti a istituire un ufficio per i diritti degli animali e per questo ringrazio il comandante della Polizia Locale gravinese Michele Nicosia, che ne è il responsabile, ma anche i soci del Cev, con il presidente Francesco Seminara, che collaborano con l’Amministrazione comunale con spirito di volontariato e amore per gli animali. L’ufficio darà la possibilità di avere tutte le informazioni, sanitarie e amministrative, a chi dovesse trovare un cane o per chi volesse adottarne uno. Apriamo quindi questa finestra sul territorio rivolta ai nostri concittadini ma, grazie al contributo delle associazioni di volontariato, con la potenzialità di essere estesa anche ai Comuni vicini”.

L’apertura dell’ufficio si colloca nell’ambito della campagna di prevenzione del fenomeno dell’abbandono degli animali che da circa un anno l’Amministrazione comunale di Gravina di Catania ha deciso di combattere con forza.

“L’ufficio – spiega il Comandante Nicosia, che è responsabile dell’attività contro il randagismo – è dotato di lettore di microchip, quindi qualsiasi cane può essere identificato, ma siamo anche attrezzati per dotare di microchip l’animale che ne fosse sprovvisto. Amore per gli animali, quindi, ma nel rispetto delle regole”.

All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, il vice sindaco Francesco Nicotra, l’assessore Agata Viola, il presidente del Consiglio comunale Rosario Ponzo, i consiglieri comunali Patrizia Costa, Massimiliano Giammusso e Francesco Marcantonio, il comandante della Polizia Locale di Nicolosi Santo Mazzaglia, i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Gravina di Catania, i volontari delle associazioni animaliste “Nova Entra”, Marta Foti e Graziella Spampinato, e “L’altra zampa”, Carmelo Impellizeri e Francesco Bazzano. Ai bambini delle scuole gravinesi è stata fatta, a cura dei volontari del Cev, una dimostrazione su come interviene un operatore in caso di segnalazione di un cane abbandonato.

Scrivi