È già in moto la macchina organizzativa per la nuova edizione del Premio di Poesia Regionale “Città di Gravina” dedicato alla memoria di Carmelo Pitrolino, giunta alla sua decima edizione e organizzata dall’associazione “Centro Culturale e Ricreativo per la terza età… e non solo” di Gravina di Catania e con il patrocinio del Comune di Gravina, del Patronato 50&Più Enasco di Catania e della Banca Popolare Agricola di Ragusa.
Il comitato organizzatore ricorda che il 12 aprile 2015 scadrà il termine ultimo per aderire al bando di partecipazione al Premio. Anche quest’anno l’evento, come nelle scorse edizioni, oltre alle due sezioni, una per la poesia in italiano e l’altra per quella in dialetto siciliano, ne dedicherà una terza alla memoria di Carmelo Pitrolino fondatore nel 1994 del “Centro Culturale e ricreativo per la terza età…e non solo” e del giornale “Paesi Etnei Oggi”.

“Andiamo avanti – commenta l’organizzatore Andrea Pitrolino, figlio del compianto Carmelo – come un treno in corsa in ricordo dei suoi insegnamenti, portando avanti tutto ciò che per vocazione il caro Carmelo ci ha lasciato. Si tratta di un appuntamento davvero irrinunciabile – continua Pitrolino – per tutti gli amanti della poesia provenienti da tutte le parti della Sicilia, che come ogni anno si ritroveranno all’auditorium del Centro Civico di Gravina per assistere alla cerimonia di premiazione prevista per domenica 26 aprile. Ricordiamo inoltre che durante la premiazione oltre ad esibirsi vari artisti che hanno portato con impegno e dedizione la sicilianità nel mondo, saranno assegnati dei premi speciali al mondo del giornalismo, della sanità, della cultura ed al mondo dell’imprenditoria locale”.

“In questo difficile momento di crisi – incalza l’organizzatore – tutti devono far sì che la cultura non sia considerata un peso per la società, bensì un’opportunità in più su cui far leva. La storia ci insegna che gli investimenti nella cultura sono il vero volano di sviluppo e crescita di un territorio e che, anzi, sono questi che ne rafforzano l’identità. Ed è in questo quadro di riferimento, caratterizzato dall’incertezza per il futuro, che la cultura gioca un ruolo determinate. Sono proprio questi periodi storici che mettono in risalto la funzione della cultura come unico elemento in grado di garantire un grado sufficiente di coesione sociale, di appartenenza e di identità”.

Per qualsiasi informazione e per adesioni al bando di partecipazione è possibile rivolgersi alla segreteria del premio contattando il 340 6091442 o inviare un email all’indirizzo: premiopitrolino@gmail.com

Scrivi