Crocetta taglia i finanziamenti alla cultura, e nel 2015 si prevede la chiusura di 11 musei siciliani fra i quali il Mandralisca di Cefalù che ospita uno dei quadri più belli di Antonello da Messina, il “Ritratto di Ignoto Marinaio”.

Sono riuscito – e non saprete mai come – a intervistare uno dei maggiori interessati alla chiusura, e cioè proprio lui: l’Ignoto Marinaio.

 

Signor Ignoto Marinaio, la Regione Siciliana taglia i fondi alla cultura e fra poco il museo dove lei è esposto chiuderà insieme ad altri dieci. Tre domande:

– Secondo lei perché questo governo regionale invece di chiudere i musei non investe in tutte qelle iniziative che servono a fare arrivare più turisti e a farli ripartire felici dopo avere speso un bel po’ di soldi in Sicilia?

– Non ritiene che la Regione potrebbe trovare altrove, tagliando spese inutili e privilegi, i soldi necessari a mantenere in vita gli undici musei?

– Secondo lei perché la Regione, invece di darsi da fare per sfruttare i nostri giacimenti culturali che sono una fonte di ricchezza pulita e inesauribile, preferisce trivellare il paesaggio alla ricerca di petrolio inquinante e puzzolente? Per incapacità manageriale o per altri motivi? 

L’Ignoto Marinaio ha risposto a tutte e tre le domande con la stessa eloquentissima sicula taliata.

Vedi foto.

Carlo Barbierimarinaio-750x390

 

 

Scrivi