Riceviamo e pubblichiamo

CATANIA – Da notizie di stampa risulta che il Comune di Catania avrebbe indicato il nuovo presidente dell’Autorità portuale senza assolutamente coinvolgere la città. Auspichiamo una chiara smentita da parte del Sindaco Bianco.  Se confermata la notizia infatti sarebbe gravissima per diversi motivi:

Innanzitutto perché i cittadini hanno diritto di essere informati e coinvolti su un argomento così importante per tutta Catania. Da troppi anni il porto sembra un fortino ad uso e consumo di pochi e senza alcun coinvolgimento dei catanesi nella sua gestione. La nomina se confermata è stata fatta senza alcun dibattito con la città, senza alcuna giustificazione, senza che il curriculum dei candidati fosse diffuso pubblicamente. Una vergogna che sarebbe degna dei tempi passati, non di una Giunta che punta alla trasparenza e all’apertura alla città.

In secondo luogo perché il nome indicato sembra essere quello di Cosimo Indaco, già presidente dell’autorità portuale. Non entriamo nel merito del nome scelto e delle sue competenze, ma essendo lo stesso fortemente interessato in qualità di spedizioniere all’attività commerciale del porto stesso ci sembra esista un evidente conflitto di interessi. L’art. 6.6 della legge 28.1.94 n.84 riporta che le Autorità portuali non possono esercitare, né direttamente né tramite la partecipazione di società, operazioni portuali ed attività ad esse strettamente connesse. Come può allora farlo il Presidente dell’autorità portuale?

Il sindaco ed il Consiglio comunale continuano a non dire con chiarezza cosa vogliono diventi in futuro il porto di Catania. Noi verdi riteniamo che per le sue caratteristiche, il suo posizionamento dentro il centro storico di Catania, si dovrebbe puntare sulla promozione del turismo come volano allo sviluppo dell’economia e del commercio nel centro cittadino, prevedendo lo spostamento ad Augusta del traffico commerciale. Se le notizie di stampa fossero confermate vorrebbe dire che il Comune di Catania ha scelto di non cambiare nulla e lasciare per sempre Catania scippata del suo mare e del suo porto.

Se la notizia fosse falsa, come auspichiamo, necessita  una immediata smentita da parte dell’amministrazione comunale, diversamente, se l’indicazione è stata veramente effettuata all’insaputa e a dispetto di tutta la città,  saremmo di fronte ad un pessimo esempio di vecchia, vecchissima politica che speravamo di avere lasciato alle spalle e che non farebbe per nulla onore alla giunta Bianco.

Il Coordinatore Provinciale dei Verdi-Catania

dott. Maurizio Musmeci

 

 

Scrivi