Report ikeaCatania – Si è tenuto ieri pomeriggio presso l’Hotel Excelsior, il Report Ambientale, Sociale e Risorse Umane 2014 di Ikea.

L’incontro presentato da Valerio Di Bussolo, responsabile relazioni esterne di Ikea Italia e Rosario Caffo, store manager del polo commerciale di Catania, è stato realizzato al fine di illustrare i risultati raggiunti dal colosso svedese dell’arredamento a seguito di un impegno verso progetti sostenibili.

Una rubrica cartacea, distribuita a quanti hanno partecipato, per presentare e raccontare le iniziative realizzate e i risultati ottenuti nell’ambito della sostenibilità sociale e ambientale nell’anno 2014 ad integrazione di quanto già contenuto sul sito www.ikea.it/sostenibilità

Una strategia globale denominata “People & Planet Positive” che si basa su tre punti cardini: aiutare le persone a vivere una vita sostenibile in casa; gestire le risorse energetiche in modo responsabile, producendo energia e utilizzando solo fonti rinnovabili; collaborare con le comunità locali per migliorare le condizioni economiche, sociali e ambientali.

Il Prof. Giuseppe Luigi Cirelli dell’Università di Catania, intervenuto alla presentazione, ha spiegato come grazie alla collaborazione con l’università e alla creazione di un impianto di fitoterapia, il negozio sito nella zona industriale di Catania in località Buttaceto, riesca a far fronte allo smaltimento nonché riciclo delle acque reflue, un progetto che non solo si prende cura dell’ambiente, ma lo rende anche gradevole dal punto di vista estetico attraverso l’utilizzo di piante autoctone come la phragmytes australis, il cyperus papyrus e la canna iudica

Un rapporto biunivoco quello esistente tra il gruppo Ikea e il territorio che lo ospita, dunque.

Riqualificazione di impianti energetici con riduzione dei consumi e produzione di energia attraverso gli impianti fotovoltaici installati nelle aree di parcheggio; riduzione e gestione dei rifiuti, con annesso riciclo (il punto vendita di Catania ne differenzia l’85% contro una media nazionale dell’ 82%); due colonnine di ricarica per i veicoli elettrici a disposizione gratuita dei soci IkeaFamily e IkeaBusiness; acquisto e attenzione per i prodotti biologici (certificazione ICEA), serviti nel ristorante all’interno dello store; impegno sociale con azioni a supporto di ONG internazionali, (Save the Children, UNICEF, UNHCR e Medici senza Frontiere) e altre onlus locali operanti nel territorio siciliano; infine l’attenzione per le risorse più importanti della catena: le risorse umane.

Il punto vendita di Catania conta 282 collaboratori diretti, con una presenza femminile pari al 51% di cui il 43% appartiene all’area manager. Il 76% dei contratti sono a tempo indeterminato e il 72% a part-time. L’intenzione è quella di acquisire 250 risorse nei prossimi tre anni per formare i leader ikea di domani.

Un’azienda che fa risparmiare i clienti mantenendo elevati gli standard di qualità e sicurezza, e che permette al personale dipendente di essere soddisfatto del proprio lavoro e di fare carriera.

In chiusura la testimonianza di Maria Grasso rappresentante di DONNE INSIEME il centro antiviolenza con sede presso la provincia di Enna, che conta 3 sportelli e 60 volontari, fra avvocatesse, psicologhe, e operatrici a sostegno di donne che hanno subito violenza, e che ha beneficiato di parte dei 25000 euro destinati dal colosso al no-profit, per realizzare gli arredi e rendere accogliente e allegra la “casa rifugio ad indirizzo segreto”. Profonda gratitudine emerge dalle parole di Maria Grasso, verso Rosario Caffo e Alessia Grasso di Ikea Catania, quando la filosofia dell’accoglienza sposa progetti sociali non può che nascere qualcosa di veramente importante.

E quando le aziende fanno rete con le risorse umane disponibili sul territorio le cose funzionano meglio e i risultati possono essere apprezzati da tutta la popolazione.

A fine report si è tenuto un buffet con specialità vegetariane, e quindi a basso impatto ambientale e ci si è dati appuntamento per il 22 e il 23 maggio presso lo store di Catania per l’evento “Doppio Impatto Positivo”, evento che coinvolgerà i clienti attraverso sconti, attività e laboratori volti a vivere un quotidiano più sostenibile.

Anna Agata Mazzeo

Scrivi