Granata attesi da un doppio turno casalingo: Ternana e Bologna per cercare il riscatto. 

Numeri impietosi quelli del Trapani nel 2015. Nove gare nel girone di ritorno: cinque sconfitte, quattro pareggi. Nessuna vittoria per il gruppo di Boscaglia. Gli entusiasmi di un girone d’andata sorprendente che poneva i granata in piena zona playoff ormai son stati spazzati via. Mercato e infortuni, un gioco non più spumeggiante.  A Crotone i siciliani vengono sconfitti  dalla squadra di casa, a lungo fanalino di coda del campionato, grazie alla rete di Torregrossa. Il carattere dei rossoblu di Drago ha la meglio su un Trapani che non riesce più a segnare. Curiale, arrivato dal mercato come sostituto del rimpianto Mancosu, non è ancora riuscito a timbrare il cartellino mettendola dentro.

Sarà l’assenza di Mancosu? Sarà malasorte o il nuovo atteggiamento tattico più votato alla difesa che all’attacco? Poco importa trovare la risposta a queste domande. Granata attesi ora da un doppio turno casalingo, contro la Ternana, anch’essa squadra in caduta libera, e Bologna. Imperativo fare punti, tornare alla vittoria per fermare un’emorragia che lentamente sta annullando il lavoro di anni. La classifica corta fa sì che tutto sia ancora possibile. Il lavoro, come più volte sottolineato da mister Boscaglia, è il mezzo fondamentale per perseguire i risultati. Certo è, che un pò di fortuna non ha mai fatto male a nessuno.

 

Scrivi