RIMINI – In occasione della Gran Loggia 2016, nello spazio espositivo del Palacongressi,” toccano la mente rassegne realmente emozionanti – dice il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese –  di grandi opere dell’artista e studioso di esoterismo Ivan Mosca e di capolavori di Alphonse Mucha”, che sostenne il risveglio della Libera Muratoria in Cecoslovacchia ed è stato uno tra i massimi esponenti dell’Art Nouveau, il movimento noto in Italia come stile Liberty, tutt’oggi Mucha  affascina il grande pubblico e gli studiosi di quel Movimento con imperitura energia. Illuminante, poi e soprattutto, è la cura di Andrea Speziali per “Massoneria. Mito dell’Istituzione nell’arte al tempo della Belle Époque” che ha significato l’ars gratia artis di Alphonse.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi