Conferenza stampa di Fabrizio Pulvirenti con i vertici dello Spallanzani al completo, il presidente di Emergency e il ministro Lorenzin. Sta bene, tornerà in Sicilia poi in Africa. Che a suo dire non sono la stessa cosa, dal punto di vista sanitario e non solo molte ne avremmo da dire. Tutti felici dunque, il Capodanno dilata i suoi effetti al secondo giorno del 2015. Il medico catanese guarisce dopo un mese e oltre di sofferenze. E oggi stesso verrà dimesso. Affaticato e dimagrito, c’è da giurarci anche nervoso causa i giorni passati in ospedale. Due i momenti davvero brutti, per circa due settimane non ha avuto coscienza di sé, come aveva anticipato a Sicilia Journal prima di Capodanno.

A lui e a Emergency verranno concesse due onorificenza separate. Nella speranza che l’eroismo involontario del medico non sortisca effetti indesiderati, facendo dimenticare tutti i problemi che affliggono un intero comparto. Beato il paese che non ha bisogno di eroi e poveri noi che abbiamo bisogno di questo paese. Una cosa così non l’avrebbe detta neanche Bertolt Brecht.

 

Marco Iacona

A proposito dell'autore

Giornalista e saggista

Marco Iacona, giornalista e saggista. Siciliano non per colpa sua. Autore di sei volumi dal colonialismo italiano all’éra pop passando per il Sessantotto. Il settimo è in arrivo. Conosce Trento, Trieste, Bologna, Milano, Bergamo, Asti, Roma, Firenze, Pisa, Genova e Venezia. Non è mai stato ad Amalfi. Preferisce i fumetti a Nietzsche e Nietzsche a Hegel. Studia la destra ma preferisce Woody Allen. Ama l’opera lirica, la Callas e Pasolini. Ha vissuto quarant’anni in Sicilia e quattro in Piemonte. Nel 2010 ha riattraversato lo Stretto non per nostalgia.

Post correlati

Scrivi