Infettivo più di Ebola, un virus apparso improvvisamente sulla scena ha mostrato una selettività incredibile: colpisce esclusivamente il Corpo dei Vigili Urbani di Roma in modo massiccio e solo in occasione di festività. A seguito del fulmineo dilagare dell’infezione di quello che è stato subito chiamato VVR (da “VigiloVirus Romanus”), l’83,5% dei vigili che avrebbero dovuto essere di servizio a Roma la notte di capodanno è rimasto a casa, ovviamente con tanto di certificato medico.

Stranamente, anziché ricoverarli tutti allo Spallanzani in isolamento, il Comandante ha deciso di condurre una indagine interna e la Magistratura ha chiesto di essere informata di quanto emergerà.

Che brutto mondo quello in cui viviamo. Non solo questi poveretti si sono ammalati, ma devono pure rendere conto della cosa.

Neanche lo avessero fatto apposta.

 

Carlo Barbieri

imgselt

Scrivi