Tante le coppole, le bretelle e gli scialli che sventolavano venerdì 15 maggio 2015 da via Reclusorio del Lume, via Etnea fino a Piazza Duomo. Numerosa la gente che si è unita, seguendo il richiamo dei marranzani, al corteo organizzato dalla cattedra di Storia del Costume dell’Accademia di Belle Arti di Catania, presieduta dalla professoressa Liliana Nigro, insieme al gruppo Maison du Cochon. Anche quest’anno con il consueto flash mob evento, creato con il sostegno di Veronica Maugeri, Stefania Giuffrida, Iolanda Manara, Giulia Riga ed Eliano Pappalardo, l’Ente accademico grida il suo no alla violenza e ad ogni forma di discriminazione sociale annunciando la kermesse di moda e spettacolo che si svolgerà il 18 giugno 2015, ore 21.00, a Villa Pantò.

11224268_10206809144018060_2105731725584767377_n

Tema della nuova edizione:”la mafia”. Un momento dedicato alla nostra terra derubata e calpestata, ma ricca di gente onesta e sincera. “L’evento di quest’anno nasce – spiega Liliana Nigro alla stampa presente in piazza Duomo – per sostenere e far conoscere quella Sicilia che lotta ogni giorno contro la criminalità mafiosa e che con coraggio, dolore e dignità vuole essere libera”. Ed ancora aggiunge:”sarà una serata- vento con importanti personaggi premiati come il giudice Santino Mirabella, lattrice Nellina Laganà, la giornalista catanese Elisa Guccione, Chiara Barone, presidente di Addio Pizzo Catania, Elena Fava, figlia del compianto giornalista Giuseppe Fava e presidentessa della Fondazione Fava” e il Gran Coro Lirico Siciliano”.

V. M.

Scrivi