BIANCAVILLA − Dall’app (android ed ios), passando per un portale web, alla sempre utile guida cartacea: strumenti indispensabili per condurre il turista alla scoperta dei territori. Allo stesso tempo punti cardine, ma non gli unici, di un sistema di comunicazione integrata che impiega strumenti, moderni e tradizionali, per far scoprire e valorizzare i tesori dell’area del Gal dell’Etna.

È l’azione avviata dal progetto di informazione turistica “Typical Sicily, le terre dell’Etna” coordinata da Unpli (Unione nazionale pro loco d’Italia) Sicilia, attuata dal comitato provinciale di Catania e finanziata dal Gal dell’Etna con fondi messi a disposizione dall’assessorato regionale dell’Agricoltura sull’asse Psr 2007-2013. Otto i comuni interessati dall’iniziativa: Adrano, Biancavilla, Belpasso, Centuripe, Maletto, Maniace, Ragalna e Santa Maria di Licodia.

Gli interventi messi in campo sono stati illustrati, in mattinata, nel corso della conferenza stampa tenuta presso Villa delle Favare a Biancavilla dai rappresentanti di Unpli Sicilia e Gal Etna. “Una rete di partner privati e pubblici, impiego di fondi europei e rivalutazione dei nostri territori sono questi i punti di partenza – ha detto il presidente di Unpli Sicilia, Antonino La Spina – dai quali ha preso il via un progetto di cui oggi tracciamo un primo bilancio assolutamente positivo”. Il presidente del Gal Etna, Giuseppe Glorioso, ha invece sottolineato che “fra gli scopi del società consortile c’è proprio la promozione del territorio anche attraverso le iniziative turistiche; strada che abbiamo scelto di intraprendere accogliendo la proposta delle Pro Loco. Il risultato è un progetto assolutamente moderno, che si avvale dell’impiego delle ultime tecnologie, del quale contiamo di raccogliere i frutti in termini dell’incremento di presenze turistiche”. “Il comitato provinciale − afferma il vice presidente di Unpli Catania, Antonino Cucinotta − esprime piena soddisfazione per l’attuazione del progetto reso possibile dal finanziamento del Gal Etna, ma siamo anche rammaricati per non aver potuto realizzare la stessa azione in altri ambiti della nostra provincia”.

La Spina ha proseguito anticipando i contenuti del portale internet www.leterredelletna.it già on line e che si sta implementando giorno dopo giorno: “costituisce – dice − la virtuale porta d’accesso alle risorse del comprensorio fornendo svariate informazioni”. Le sezioni itinerari (borghi, chiese, monumenti, natura, enogastronomici, artigianato, escursioni, religiosi) e luoghi di interesse (aree archeologiche, aree verdi, biblioteche, castelli, musei e piazze) consentono al visitatore di personalizzare la propria esperienza, guidandolo all’interno della aree di interesse. Sul sito e sui profili social di Typical Sicily sono disponibili anche le video-guide, in alta risoluzione, dedicate agli otto comuni che aderiscono al Gal. I filmati esaltano i punti di forza dei centri coinvolti, accendendo i riflettori sui prodotti tipici, sul patrimonio artistico monumentale ed anche su affascinanti riti e secolari celebrazioni. Nel corso dell’incontro è stata presentata anche la collana di guide turistiche realizzata per accompagnare il turista alla scoperta di quanto di meglio offre ognuno degli otto comuni.  Le guide sono divise in sezioni (patrimonio artistico-monumentale, cenni storici, sentieri naturalistici, prodotti tipici, curiosità ed eventi) e a breve saranno in distribuzione in tutte le Pro Loco dalla Sicilia. Il piano di comunicazione del progetto è curato dall’azienda Vantaggio Srl.

Scrivi