Chiara D’Amore

SIRACUSA – Ci sono storie che hanno il potere di insegnarci qualcosa. Piccole grandi imprese che segnano la vittoria della vita sulla vita stessa. Una vita che a volte può essere crudele, ma che può regalare l’inaspettato se solo si ha la forza di superare i propri limiti, abbattendo anche i più duri degli ostacoli. E allora si può anche decidere di andare in bici fino a Milano, destinazione Expo, per dimostrare che la disabilità può essere superata . E’ questa l’idea lanciata dal siracusano Samuel Marchese il quale, a dispetto della sua condizione, si è fatto promotore dell’iniziativa “Dalla Sicilia all’Expo 2015” partita questa mattina da piazza Duomo. Per questo Marchese, che verrà seguito da altre 6 persone, è stato insignito dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con una meritata medaglia al merito.

L’iniziativa, progettata dall’associazione “Astrea in memoria di Stefano Biondo”, ha avuto il patrocinio del Comune attraverso l’assessorato alle Politiche sociali, retto da Rosalba Scorpo che era presente alla partenza assieme al vice sindaco, Francesco Italia, e all’assessore alle Attività produttive, Teresa Gasbarro.

Il gruppo, percorrerà ben 1.400 chilometri in 24 tappe, tra cui Roma dove sarà ricevuto da papa Francesco, dal presidente Mattarella e dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

“È un progetto – afferma l’assessore Scorpo – che abbiamo voluto sostenere, e al quale abbiamo lavorato con impegno, per l’alto valore simbolico. Ci è piaciuto il carattere di Samuel e dell’associazione Astrea di proporre la disabilità non come un limite ma come un’opportunità per raggiungere traguardi sempre più importanti”.

“La vita di queste persone – dice l’assessore comunale alla Mobilità, Antonio Grasso – sarebbe più semplice se tutti fossimo coscienti delle loro potenzialità. Ma dobbiamo cambiare la prospettiva con la quale guardiamo al problema, facendoci noi carico delle loro difficoltà”.

L’impresa sarà seguita da una rete di radio nazionali e locali e in ognuna delle 24 tappe è previsto un comitato d’accoglienza dell’amministrazione comunale del posto.

Scrivi