Contro gli incendi  che stanno bruciando la Sicilia scende in campo  Francesco Tanasi segretario nazionale Codacons.
Sono  troppi, infatti, gli ettari di bosco andati in fumo a causa di incendi dolosi che ogni anno, con straordinaria puntualità, distruggono un  patrimonio boschivo che si assottiglia sempre di più.
Si rende necessaria una collaborazione tra cittadini e istituzioni affinché i colpevoli possano interrompere queste azioni di disastro ambientale e rendere più facile il lavoro degli uomini della Forestale impegnati come sempre in prima linea rischiando la  propria vita. “Sembra superfluo ricordare – afferma Tanasi  – che i responsabili devono essere puniti con severità e bisogna far di tutto per porre un argine al fenomeno. Per questo – prosegue Tanasi –  propongo che Comuni e Regione Siciliana mettano una taglia di 50. 000 euro a piromane, offrendo i soldi a chi riesce a permetterne l’identificazione, con successiva pena”. Tanasi conclude annunciando che il Codacons si costituirà parte civile nei processi che si celebreranno contro i piromani, volendo in tal modo sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, affinché ognuno faccia la propria parte nella lotta  a questa subdola e pericolosa forma di criminalità.
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi