Davide Di Bernardo

iPad jobsEra il 2007 ed un magrissimo Steve Jobs presentava quello che sarebbe divenuto il tablet per eccellenza, l’iPad.
Sinonimo di eleganza, praticità ed efficienza, il prodotto della mela morsicata non fu il primo tablet ad arrivare sul mercato, ma fu quello che più di tutti divenne sin dalla presentazione un possibile sostituto del portatile.
Lo stesso Jobs ammise subito che il pc aveva i giorni contati ed ora le sue parole, spesso profetiche, sono realtà.
Apple il 9 settembre ha, infatti, presentato l’iPad Pro, prodotto che unisce la duttilità del tablet apple alla completezza del portatile, aggiungendo quello che mancava: la carta.
No, tranquilli, Apple non ha inserito dei fogli di carta all’interno dell’iPad presentandocelo come fosse oro colato!

iPad tech
La casa di Cupertino ha reso il monitor touch del device gestibile come fosse un foglio di carta, versatile come fosse l’unione di un foglio a righe ed un album da disegno. Ma per fare questo un tablet non può bastare ed ecco arrivare la Apple pencil.
Negli anni l’azienda è stata spesso accusata di non far diventare i suoi portatili più vicini al tablet, come altre case hanno invece fatto con ibridi vendutissimi, ma dai prezzi molto alti per via del monitor touch. Apple ha sempre scisso i duo mondi: da una parte i device iOS e dall’altra i sistemi con OSx. Oggi continua a farlo con la miglior versione del suo sistema mobile (iOS) e il suo device più grande (ben 12,9”).
Il tablet risulta essere potente in maniera spropositata, ma qui i cervelloni dell’informatica dovranno fare un passo indietro ed uscire dai canoni di RAM, Scheda video, GHz del processore.
Qui a fare tutto, e secondo i dati Apple lo fanno il doppio più velocemente di un classico pc, sono il nuovo chip A9x e Metal, il co-processore grafico che sta a metà tra os e cpu.
E’ vero che è un prodotto “acerbo”, come tutti i primi format-device di Apple, si può sicuramente migliorare con tecnologie già supportate da altri prodotti come 3D touch o touch ID 2, ma la strada è stata tracciata.
Tralasciando i dettagli tecnici, immaginate un iPad più grande, più potente, che può essere usato con una matita dedicata, “una matita” quindi anche inclinandola ed utilizzandone lo spessore, una tastiera/cover con effetto farfalla e tutte le credenziali per realizzare le profetiche parole di Mister Jobs: << Sostituire i computer ed iniziare una nuova era, non solo per l’informatica >>.

P. S. Durante la presentazione, sono stati presentati anche altri prodotti, non innovativi come l’iPad Pro, ma di sicuro “great” come dice Apple:
iphone-iPhone 6s/6s plus. Cupertino ogni anno, per stare al passo della concorrenza, presenta un nuovo device alternando un anno l’estetica ed un altro l’innovazione tecnologica Quest’anno è la tecnologia a fare da padrona, introducendo all’interno del conosciuto iPhone 6 il 3D Touch (il telefono riconosce la pressione del dito), fotocamera da 12 Mpx 4K, nuovo processore con 2 GB di RAM e connettività superiore all’LTE.
Inoltre con “Live photo” le fotografie scattate prendono realmente vita con una tecnologia antica com il GIF di cui parleremo prossimamente.
-Apple TV. Per far diventare la nostra tv di casa un vero e proprio entertaiment box, con tanto di app e giochi dedicati.

Apple tv
-iPad Mini 4. Ora il fratellino portatile è degno di far parte della famiglia di device Apple con un processore degno di nota e nuovi aggiornamenti.

Davide Di Bernardo

Scrivi