Catania ha riscoperto la Fisica e la ricerca ne “La Notte Europea dei Ricercatori” il più importante evento europeo di comunicazione scientifica che il 30 settembre scorso si è svolto contemporaneamente in oltre 300 città europee. Catania è stata protagonista con un ampio programma di iniziative organizzate dai Laboratori Nazionali del Sud dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in collaborazione con la locale sezione dell’INFN di Catania e il Centro Siciliano di Fisica Nucleare e Struttura della Materia.

https://www.youtube.com/watch?v=HUyFEBa5B8w

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea. Tutti gli eventi sono cofinanziati nel quadro delle azioni Marie Sklodowska-Curie del programma di sviluppo della ricerca europea “Horizon 2020” e “Made in Science” è il tema dell’iniziativa e il marchio che rappresenta la qualità e l’importanza della ricerca italiana per lo sviluppo della società.

Il ricco programma dell’evento si svolto all’interno degli uffici dei Laboratori Nazionali del Sud, in Piazza Università e dentro il Porto di Catania che è stata la sede e il fulcro centrale dell’evento per una notte di musica, spettacoli, scienza, mostre, padiglioni espositivi e giochi.

Nei locali dell’Istituto si sono tenute le visite guidate e gli spettacoli per bambini e adulti, e appuntamenti con la fisica spiegata ai più piccoli. I laboratori sono rimasti aperti. È intervenuta anche la compagnia Joculares e cabaret di circo contemporaneo. Una occasione unica per vedere da vicino un acceleratore di particelle, un rivelatore di raggi gamma e una applicazione della fisica nucleare nel campo della medicina.

https://www.youtube.com/watch?v=p0CcupD23bQ

Per l’occasione il Centro Siciliano di Fisica Nucleare e Struttura della Materia, ha organizzato una Mostra Fotografica-Evento dal titolo “CERN sotto il Vulcano”, dedicata ai primi 60 anni di vita del CERN, con un occhio al ruolo che Catania con i suoi ricercatori riveste in questa realtà di eccellenza. I ricercatori dei grandi esperimenti al CERN (ALICE, CMS e LHCf ) hanno spiegato al pubblico le loro attività di ricerca.

Al Porto spazio alle domande ed alla divulgazione con i padiglioni espositivi  realizzati in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e il CNR ( cos’è la fisica nucleare, i nuclei ad alta velocità, gli “occhi del fisico nucleare”,  una “medicina” nucleare, le opere d’arte ai raggi x, la fisica nucleare nella vita quotidiana, l’universo sotto il mare) e al Contest Estemporaneo d’Arte.

A seguire si è esibita per il pubblico la  Corale Giuseppe Tovini e in serata La Fisica di Star Wars: la fisica di Guerre Stellari spiegata in modo semplice e divertente dalla docente dell’Università di Meinz, Concettina Sfienti . La scienziata (e fan di Star Wars!) ha condotto gli spettatori in un appassionante viaggio nel profondo spazio in compagnia di Darth Vader, delle Truppe di Assalto dell’Impero e dei personaggi di Star Wars, grazie alla straordinaria partecipazione della Trinacria Squad della 501st Italian Garrison.

Con Echi dal mare è stato possibile ascoltare le originali rielaborazioni dei suoni del mare a cura di Ignazio Parisi. La festa è proseguita con il concerto del gruppo musicale “I Sikula”  e il dj set di Lucio Pappalardo fino a notte tarda.

Programma completo della manifestazione su:

http://nottedeiricercatori2016.lns.infn.it/

https://www.facebook.com/ern.lns/?fref=ts

instagram #nottelns2016

 

Redazionale LNS Catania

 

 


-- SCARICA IL PDF DI: "La notte Europea dei Ricercatori", Catania scopre la Fisica --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

3 Risposte

  1. Daniele Abate

    Gentile redazione , non che noi di LUDUM science center abbiamo voglie di protagonismo e siamo sicuri che non ci cambierà la vita essere citati o meno in un articolo. Ma mezzora di spettacolo al porto ; uno stand tra i più visitati e la fatica che abbiamo messo per diffondere l’evento . Pare siano scomparse agli occhi di chi scrive questo articolo , speriamo che in quella mezzora si sia rifocillato di pizzette e abbia bevuto abbastanza . La prossima volta ci vestiremo con abiti fosforescenti e attireremo il vostro anonimo inviato con cibo succulento. Forse solo così citerete il nostro intervento . Cordiali saluti

    Rispondi
    • Redazione

      Gentile Ludum, questi che vedete sulla Notte dei ricercatori sono contenuti redazionali (come segnalato alla fine del testo e all’interno del video). Il testo in particolare è stato interamente redatto dagli uffici LNS, così come avviene di norma in questi casi. Vi invitiamo a guardare il video dove il vostro spettacolo viene ripreso, al pari di tanti altri della “Notte” al Porto.

      Rispondi
      • Daniele Abate

        Spediremo una maledizione scientifica a chi ha redatto il testo che avete trascritto. Comunque chi copia anche se cita le fonti non è immune dallo sbaglio , voi siete meglio dell’unico giornale cartaceo catanese , resta quindi valido l’invito a cena presso il nostro stand la prossima volta in abiti fosforescenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata