di Elisa Guccione

CATANIA – Numerose pattuglie e tanti posti di blocco circondano la zona di piazza Giovanni XXIII. Panico nelle zone limitrofe e la gente impaurita dai colpi di pistola non riesce neanche a muoversi. Il buio della sera aiuta i malviventi a nascondersi dietro le macchine posteggiate nella speranza di trovare una via di fuga. Tutta la zona della stazione è circondata. Le porte e le finestre dei balconi dei palazzi che si affacciano sulla piazza sono chiusi e dai portoni non s’intravede nessuna luce.  Un silenzio anomalo ed inquietante avvolge la città. Sembra di essere ritornati agli anni ottanta, quando situazioni di questo genere in Sicilia erano quasi una consuetudine. L’eterna lotta tra bene e male ritorna nuovamente ad essere protagonista.

Fortunatamente tutto questo in realtà non accade, ma è il set di una rocambolesca scena di “Squadra Antimafia 8“, che per il quarto anno consecutivo sceglie la nostra città come location della storia.1457501_10201000847455574_1820126931_n

Ben sei le settimane di lavorazione in cui sarà possibile imbattersi in situazioni simili a questa, che sveleranno e ingarbuglieranno i misteri della settima stagione in onda in questi giorni su Canale Cinque.giulio-berruti-1728x800_c Tante le novità e le riconferme della nuova serie, che sarà completata a Roma per andare in onda il prossimo autunno 2016. Giulio Berruti ed Ennio Fantastichini i volti chiave di questa nuovo scontro tra bene e male.001 Intanto per i catanesi questo è un momento succoso per potere vedere i propri beniamini all’opera e magari rubare un selfie da postare sul proprio profilo facebook o twitter.

Elisa Guccione        

Scrivi