L’arte del massaggio affonda le proprie radici nella notte dei tempi e testi scritti ci rivelano di come venisse praticato già nell’anno 2600 a.C.

Millenni di sperimentazione e perfezionamento consegnano, oggi, alle nostre mani un potente strumento atto a migliorare la qualità della nostra vita. Passando dagli egizi e dai greci, trasformandosi ora in rituale di bellezza, ora in pratica legata allo sport, il massaggio giunge ai giorni nostri con molteplici sfaccettature che ci parlano anche di oriente e mistero, di armonia e sensualità.

In ogni caso, qualunque sia la tipologia del massaggio effettuato, le manovre eseguite dall’operatore, influenzano in realtà la sfera più importante, quella psicologica. massaggio al cioccolato

Il massaggio, soprattutto se totale, riesce ad infondere un profondo senso di relax, grazie al contatto e al rapporto fra massaggiatore e massaggiato, insistendo prepotentemente sull’importanza dell’approccio corporeo per la strutturazione della personalità, cosa che la società occidentale, poggiando la sua cultura quasi interamente sulla relazione verbale, aveva in passato abbondantemente trascurato. 

Usi e costumi sono molto cambiati, tanto che oggi si sottolinea sempre più l’importanza di  praticare, già dalle prime settimane di vita, il massaggio infantile.

Questa tecnica, ormai ampiamente utilizzata, fa parte della categoria del linguaggio non verbale che stimola il contatto corporeo, la forma più antica di comunicazione. Grazie all’esperienza tattile, si genera nel bimbo uno stato di benessere psico-fisico ed emotivo, che stimolando le funzioni vitali, come la circolazione e la respirazione, fa aumentare le difese immunitarie e protegge il sistema nervoso. A questo vantaggio di tipo fisico si aggiunga poi la sincronia che si instaura tra genitore e neonato, aiutando questo binomio a realizzare positivamente la prima tappa dell’attaccamento, quell’unione indispensabile per poter affrontare in modo sereno i successivi “distacchi”, che permettono ad ogni relazione di crescere.

Queste premesse risultano indicative di quanto sia importante a tuttotondo l’antico rito del massaggio. 

Molto frequentemente ne riduciamo gli effetti solo all’aspetto estetico, ne facciamo un mezzo per raggiungere l’ambiziosa meta della perfezione fisica… e troppo spesso si finisce per accanirsi sul proprio corpo, cosa che risulta effimera e, talvolta, anche dannosa. Il massaggio va considerato come strumento globale, in grado di apportare benefici a diversi livelli. Non coinvolge dunque solo l’aspetto esteriore del corpo umano, la parte prettamente estetica, ma interessa pure la sfera emotiva e quella legata alla salute della persone (sistema linfatico, circolazione sanguigna, tensione muscolare, problemi articolari ecc.).massaggio cn pietrecalde

Il massaggio applicato all’ambito estetico si presta a diverse funzioni, trova ampio impiego, offre svariate possibilità, diventa lo strumento preferito dalle donne per contrastare e ridurre la pelle cosiddetta a “buccia d’arancia”, la famigerata nemica di sempre: la cellulite.

A tal proposito gli effetti meccanici del massaggio risultano essere principalmente di due tipi, strettamente legati ai movimenti effettuati:

-IL DRENAGGIO

-L’ELIMINAZIONE DELLE TOSSINE

Per facilitare entrambe le funzioni è consigliabile l’integrazione di tisane, compresse o tinture madri, bere abbondante acqua e adottare una corretta alimentazione, ipocalorica se occorre, che preveda il consumo limitato di sale e che sia ricca di verdure e vegetali in genere. Tra le piante officinali più largamente utilizzate troviamo, poi, la betulla, la centella asiatica, l’ananas e molteplici altri rimedi, che un serio professionista, esperto in fitoterapia, potrà consigliare tenendo conto di ogni singola esigenza. Nel caso persista un moderato o sostenuto sovrappeso, è assolutamente indicato farsi seguire da un nutrizionista che possa stilare un programma dietetico bilanciato e personalizzato; vietato categoricamente il fai-da-te con diete alla moda, assurde e dannose più di quanto possiamo pensare! 

Per potenziare il beneficio estetico “rimodellante/anticellulite” del massaggio, sarebbe opportuno indossare indumenti comodi, praticare regolarmente attività fisica, evitare la vita sedentaria con trucchi e stratagemmi che gradatamente vi porteranno ad un diverso modo di pensare (ad esempio, fare le scale dimenticandosi dell’ascensore).massaggio1

Nel caso di pannicoli adiposi significativi e di lassità cutanea, si alternano o abbinano al massaggio manuale tradizionale una serie di strumenti e macchinari ad alto impatto e di comprovata efficacia; parliamo cioè di fotoelettroporazione, radiofrequenza, pressoterapia, massaggio endodermico, fanghi, bendaggi ecc. ecc.

Ma questa è un’altra storia e merita un capitolo a sé… ne parleremo la prossima volta!

A cura di:logo le muse

Scrivi