di Gianluca Virgillito

Il disastro è servito. La scellerata gestione tipicamente “zampariniana” del Palermo tra ribaltoni in panchina e rivoluzioni in organico ha condotto i rosanero non soltanto ad una posizione in classifica davvero preoccupante, con il fortissimo rischio di essere rimontati dal Frosinone (un solo punto di vantaggio dalla terzultima posizione occupata al momento proprio dai laziali, piazzamento che significherebbe retrocessione in Serie B) ma soprattutto ad una instabilità che adesso è diventata insostenibile per tutta la piazza e, a quanto pare, anche al tecnico Iachini, che avrebbe deciso di dimettersi in seguito ad un confronto con il patron dei siciliani. Il mister probabilmente non le aveva mandate a dire, già dal suo ritorno nelle scorse settimane, chiedendo di lavorare serenamente. Le ennesime critiche ricevute dopo lo stop in trasferta contro l’Inter sarebbero stata la famosa goccia in più che ha fatto traboccare il vaso. Anche per i calciatori la tensione è alle stelle… Non c’è più ordine, tutto è caos.

Duro confronto tra Zamparini e un tifoso dei rosa questo pomeriggio dopo il summit tra proprietà e staff tecnico. “Meglio in Serie C che in Serie A con una simile gestione. Se ne deve andare presidente, siamo stanchi!” ha detto l’appassionato, ma comunque educato supporter. “Anch’io sono stanco di Palermo, molto stanco” ha esclamato il presidente adirato, dribblando i giornalisti, sbottando per l’eccessiva pressione. Modi “zampariniani”, dicevamo… nessuna novità dunque.

Il futuro del Palermo però, è chiaro, rimane la priorità perché salvare il campionato pur essendo pesantissime e non trascurabili le parole volate quest’oggi è vitale per non precipitare nuovamente nel baratro della cadetteria. Si prospetta dunque l’ennesimo cambio in panchina, l’ottavo di questa stagione, incredibile ma vero. Possibile, e sarebbe tragicomico, il ritorno di Ballardini?

Alla trasmissione La Zanzara di Radio 24, Zamparini ha rincarato la dose, raccontando la sua su quanto successo e non mandandole a dire proprio a Iachini: «Perché ca**o devo avere una squadra e stare zitto? Iachini è un deficiente che fa giocare male la squadra, perde le partite e nelle ultime 13 ha fatto una media di 0,7 punti a partita e non accetta nemmeno che gli diciamo, “Ca**o, cerca di mettere bene la squadra in campo”. Iachini mette la squadra male in campo. Ha una mentalità perdente e non gliene frega un ca**o. È in scadenza di contratto e avrà già un accordo con un’altra squadra. Non vuole dialogare con la società, è impazzito, non è più Iachini»

(fonte foto palermocalcio.it)

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi