di Maria Morelli

 

Francofonte – Si è conclusa da qualche giorno la VI edizione della manifestazione agroalimentare arancia rossa “Le Vie del Tarocco”, che ha visto una partecipazione massiccia di visitatori provenienti da gran parte della Sicilia.

La kermesse agroalimentare è stata fortemente voluta e incentivata dal sindaco arch. Salvatore Palermo, che ha saputo coinvolgere numerosi sponsor come Slow Food, la Banca Popolare di Ragusa, l’Istituto Alberghiero di Lentini e i vari comuni limitrofi nell’intento di promuovere la cultura agroalimentare siciliana e farla conoscere ad un pubblico sempre più vasto, attraverso iniziative di elevato spessore socio-culturale.

Oltre alla presenza di numerosi stand espositivi dei prodotti tipici locali, la manifestazione è stata costellata da convegni, workshop, visite guidate alla ridente cittadina di Francofonte, spettacoli di gruppi musicali e di cabaret, motoraduni, sfilate di auto storiche e dei tradizionali Carretti Siciliani per le vie cittadine.

Protagonista indiscussa di tutto l’evento, la madre delle arance rosse: il Tarocco Gallo Igp, che da sempre rappresenta un ottimo mezzo per veicolare e far conoscere il brand Sicilia anche e soprattutto all’estero.

Ogni spicchio è un concentrato di vitamine C, A, B1 e B2 e contiene una grandissima quantità di minerali utili alla salute come calcio, fosforo, potassio, ferro e selenio.

Le altre due sorelle ROSSE dell’arancia rossa tarocco gallo igp sono l’arancia rossa moro igp e l’arancia rossa sanguinella igp.

L’arancia rossa tarocco gallo igp è priva di semi e ha una polpa brillante dalle sfumature rossastre. Ha una dolcezza intensa e un aroma leggermente fragolato. Ha una forma rotonda e di grosso calibro. La buccia è liscia, di spessore medio o sottile, e di colore arancione con arrossamenti da un lato. Matura a dicembre e aprile, a seconda di quando arriva la neve sull’Etna.

È proprio grazie alla presenza dell’Etna che queste arance diventano rosse. Di giorno, il sole caldo della Sicilia bacia gli agrumeti, di notte, l’aria fredda scende dal fianco del vulcano, che in inverno è coperto di neve. Per proteggersi da questa escursione termica, le arance producono degli antiossidanti chiamati antociani, che danno il colore rosso alla polpa e ne equilibrano il sapore tra aspro e dolce.

Il tarocco gallo cresce sulle colline di Francofonte, dove l’Arancia Rossa è stata scoperta. A Francofonte ci sono agrumeti storici risalenti a più di 250 anni fa. L’esposizione di quest’area a Sud dell’Etna, permette al sole di illuminare gli agrumeti in modo omogeneo. L’inclinazione dei terrazzamenti rinforza l’effetto dei raggi solari e questo favorisce l’escursione termica. Francofonte è speciale anche per il suo terreno, essendo in collina, la terra drena meglio l’acqua piovana.

Questo dà più sapore e consistenza alle arance. Inoltre, il Tarocco cresciuto a Francofonte ha il 40% di vitamina C in più rispetto ad arance cresciute altrove.

Visitate Francofonte su:  www.leviedeltarocco.it

Maria Morelli

Scrivi