CATANIA − Dopo un periodo di quiete, torna ad eruttare l’Etna. Da ieri sera, infatti, il Nuovo Cratere di sud-est  è tornato in azione, con quella che è stata definita dagli esperti come una “modesta attività stromboliana”. Attività che, anche grazie alle buone condizioni meteo di oggi, è stata ben visibile, avendo provocato l’innalzamento di una lunga colonna di fumo rossastro per circa venti minuti.

La colata lavica è diretta verso la Valle del Bove e la sua attività è costantemente monitorata dagli studiosi del Ingv. Finora non ha provocato disagi al traffico aereo dell’aeroporto di Catania e alle strutture turistiche e alle abitazioni presenti sul vulcano.

Scrivi