Riceviamo e pubblichiamo.

Gentile Presidente del Consiglio Comunale di Catania

dobbiamo, purtroppo, constatare che Ella non ha inteso accogliere la nostra proposta di indire un incontro tecnico, coordinato da codesta Presidenza, sulla “delibera Sostare”, così come dobbiamo constatare che non abbiamo avuto alcuna risposta, dopo due settimane, in merito alla possibilità di poter visionare gli emendamenti presentati.

Forse non ha compreso lo spirito costruttivo con cui ci poniamo rispetto ad una delibera che riguarda in modo particolare il nostro comparto.

Dobbiamo evidenziare il fatto che ben 10 convocazioni del Consiglio comunale non sono state sufficienti ad approvare un regolamento di sole 9 pagine e che i lavori scorrano lenti ed in un “clima turbolento”: condizioni, queste, che lasciano denotare malumore, perplessità, incertezze per un atto che, sottoliniamo, incide negativamente sull’immagine della Città.

Il fatto che alcuni Consiglieri della maggioranza ritireranno parte degli emendamenti presentati dopo essersi “casualmente” confrontati nel merito delle questioni con la nostra Associazione è, inoltre, una ulteriore prova dello stato confusionale che regna, ma la dice lunga anche sulla bontà delle nostre osservazioni di merito e sulla necessità di dover fare ancora chiarezza.

Non possiamo, però, lasciare al caso una vicenda di questo genere. Senza tema di smentita afferiamo che detti emendamenti (forse già ritirati ? ) se fossero approvati determinerebbero un gravissimo danno sia al sistema commerciale cittadino sia alla stessa società Sostare.

Ma non avendo una visione completa della delibera e degli emendamenti temiamo che, nella evidente confusione del procedere dei lavori, possano essere approvate norme contrastanti con lo spirito con cui sono nate le c.d. “strisce blu”.

Siamo certi che la “delibera Sostare”, con l’aumento tariffario, sarà approvata dal Consiglio Comunale: non ci aspettiamo da parte della politica un palese atto di sfiducia al Sindaco Bianco, GIA’ SFIDUCIATO DAI CITTADINI.

Ma per le questioni esposte continuiamo a ritenere utile una ulteriore e veloce fase di confronto e ci vediamo costretti a dover reiterare la richiesta di convocazione, con carattere d’urgenza, di un incontro tecnico in ordine alla delibera al vaglio del civico consesso con oggetto “Contratto di servizio Sostare”.

La richiesta di incontro, ribadiamo ancora, non vuole costituire un modo per rallentare i lavori ma, invece, dovrà servire a delineare un quadro regolamentare più chiaro, lineare e consono alle reali esigenze della Città, con la speranza di rendere anche più snello il prosieguo dei lavori.

Distinti saluti.

Il v. Direttore Provinciale Francesco Sorbello

Il Presidente Giovanni Saguto

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi