Aziende partecipate ex Province, Ioppolo: “Governo regionale tuteli i dipendenti”
PALERMO  “Il governo regionale assegni le risorse di parte corrente in favore dei Liberi Consorzi – 19 mln e 150 mila euro -, anche in favore dei dipendenti delle partecipate in house delle ex province regionali, integrando i contenuti del decreto dell’Assessore alle Autonomie locali dello scorso 20 novembre”.
Lo chiedono i deputati di Lista Musumeci Gino Ioppolo (primo firmatario) Nello Musumeci, Santi Formica, in un’interrogazione presentata all’Ars.
“Sin da subito, la  legge istitutiva dei liberi consorzi si è rivelata inadeguata a tutelare le migliaia di lavoratori delle ex Province, comprese le centinaia di dipendenti delle partecipate in house, che rischiano attualmente il posto di lavoro – si legge nell’atto ispettivo. I deputati chiedono al governo regionale “di pubblicare con urgenza una nota esplicativa a completamento del decreto assessoriale, specificando meglio che nella dicitura “personale a cui sono destinati i fondi”, rientrino anche i dipendenti delle partecipate in house e non solo, come attualmente inteso, il personale interno alle ex Province.

 

Scrivi