“Esprimiamo compiacimento alle famiglie per la notizia della liberazione di Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, ma, come emerge dalle dichiarazioni del legale della famiglia Failla, sono altresì comprensibili e condivisibili le perplessità che emergono sulle circostanze e sulle coincidenze che in poche ore hanno messo insieme in Libia la morte di due tecnici e la liberazione di due loro colleghi” sostiene il deputato siciliano di Forza Italia, Basilio Catanoso.

“Riteniamo necessario che il Governo intervenga con immediatezza in Parlamento per chiarire tutte le fasi della vicenda, il ruolo dei Servizi e ogni altro particolare che possa fare luce su quanto sia accaduto e stia accadendo in Libia, anche in vista del ruolo che l’Italia dovrebbe svolgere in quella regione”, chiude l’on. Catanoso.

Fausto Piano e Salvatore Failla sono i nomi dei due operai italiani che sono stati rapiti a luglio in Libia, insieme ad altri due colleghi, e uccisi nel corso di una sparatoria nella regione di Sabrata.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi