“Un toccante omaggio all’infanzia spesso costretta ad arrangiarsi di fronte ad adulti distratti e immaturi”.
Così la VII edizione del Festival della Cultura per i ragazzi, che si terrà dal 22 al 30 novembre a Noto, presenta l’ultima fatica letteraria di Simona Lo Iacono, scrittrice e magistrato siracusana che con il suo “Effatà” ha ottenuto il Premio Martoglio 2013 per la sezione Letteratura.  Il romanzo affronta il drammatico tema dell’Olocausto e della minorità fisica, raccontando la storia di due bimbi sordomuti le cui esistenze sono collegate da un fil rouge che sarà svelato soltanto alla fine della storia. Un racconto che dimostra come la vera comunicazione non passi attraverso l’udito o la parola, ma dipenda da una vera e propria apertura verso l’altro. Temi in stretta connessione con l’obiettivo primario del Volalibro che per il sindaco di Noto Corrado Bonfanti è proprio quello di “Fare in modo che i ragazzi acquisiscano un’intelligenza critica dei segni dei tempi che permetta loro di essere in grado di evitare ogni rischio di emarginazione”. La scrittrice illustrerà l’argomento del romanzo ai ragazzi delle scuole superiori sabato 29 novembre alle 9.00 presso il Salone di Rappresentanza dell’Ex Convitto Ragusa di Corso Vittorio Emanuele. Ma la partecipazione di Simona lo Iacono alla ricchissima manifestazione (circa 200 eventi tra incontri con gli autori, laboratori, dibattiti, conferenze, seminari, e spettacoli teatrali) e che ha ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica, non si ferma qui. Tra le novità di quest’anno infatti, come spiegato dall’ideatrice e coordinatrice di Volalibro, Corrada Vinci, vi è la realizzazione del libro “Happy hour con gli Dei”, curato dalla stessa Vinci ed edito da Melino Nerella, in cui i siti Unesco della Sicilia sono raccontati attraverso le toccanti parole di affermati scrittori siciliani, fra cui proprio la Lo Iacono.

La presentazione dell’Antologia di racconti sarà lunedì 24 novembre alle 11,30 presso la Sala conferenze del l’Ex Convitto Ragusa.

Autori della raccolta sono anche Gaetano Savatteri, Catena Fiorello, Carmelo Sardo, Emanuela Abbadessa, Massimo Maugeri, Giuseppe Lissandrello, Manuela Spina, Salvo Zappulla.

 

 

Scrivi