Il  tanto attesissimo  nuovo libro dell’autore misterbianchese Francesco Manna: Graziella, il giorno dopo ha avuto il suo battesimo, mercoledì 28 ottobre al Palazzo del Senato di Misterbianco. Teatro gremito da un pubblico attento ed emozionato alle letture del libro, eseguito con magistrale maestria dall’attrice teatrale Ester Anzalone.

La serata è stata allietata dal musicista Silvio Giacopello, collega dello scrittore Francesco Manna, entrambi appartenenti alla polizia di Stato. Molti i brani musicali  a tema, con un esilarante fuori programma, quando mi dici così  di Fred Bongusto, duettato con l’Anzalone.

L’autore spiega perché la prima del libro è stata fatta proprio il 28 ottobre, non a caso il libro dalla copertina color verde, che simboleggia la rinascita, s’intitola Graziella, il giorno dopo.

copertina_francesco_manna_graziella__il_giorno_dopo__2_2 (1)Pratiche ayurvediche, la teoria del pensiero positivo, l’andare contro corrente anche e soprattutto nei momenti tristi della vita, con un atteggiamento opposto e contrario allo standard, hanno fatto si che Francesco Manna rinascesse da un forte dolore. Nel libro spiega proprio come dal giorno dopo il suo grave lutto, che lo ha privato dalla donna amata, la moglie Graziella, l’autore, con tutta la forza dell’amore che lo ha legato alla sua donna, và incontro alla vita rinascendo piano piano. Nelle pagine del libro non mancano aneddoti curiosi e allegri. Molti gli argomenti trattati, compresa la sessualità nella coppia o la longevità del popolo degli Hunza.

Relatori della serata sono state le insegnanti Grazia Fazio e Anna Maria Gazzana, il professore Angelo Battiato e la vicepresidente dell’associazione culturale “Graziella Corso” nonché presentatrice della serata, Agata Sava.

<<Scrivere per me è stato terapeutico>> dice Francesco Manna <<Non a caso la stesura del primo libro, Graziella storia di una donna “guerriera”,  è iniziata un paio di giorni dopo la morte di mia moglie, ho reso immortale questa donna e questa storia d’amore>>.

Alla mia domanda se scriverà ancora, lui mi guarda e candidamente mi risponde <<…  mi sono innamorato della scrittura e chissà… forse continuerò con questa nuova passione.>>

 

 

 

Scrivi