La terza edizione della rassegna Leggo. Presente indicativo. si conclude venerdì 8 maggio al Teatro Machiavelli di Catania (piazza Università 16) con la presentazione del romanzo d’esordio di Marco Peano, L’invenzione della madre, pubblicato a gennaio da minimum fax nella collana Nichel a cura di Nicola Lagioia. L’incontro con l’autore sarà moderato da Giuseppe Lorenti di Radio Lab e dallo scrittore Daniele Zito, e arricchito da letture dell’attrice Valentina Lupica.unnamed
È una storia d’amore, di un amore antico e forte, forse il più puro che esista in natura: quello che unisce una madre e un figlio.
Lei è malata, ha poco tempo, e lui, Mattia – sapendo che non potrà salvarla, eppure ostinandosi contro tutto e tutti – dà il via a un’avventura privatissima e universale: non sprecare nemmeno un istante. Ma in una situazione simile non è facile superare gli ostacoli della quotidianità. Un rifugio sicuro sembrano essere i ricordi: provare a riavvolgere come in un film la memoria di ciò che è stato diventa un esercizio che gli permette di sopportare il presente. Ma è davvero possibile sfuggire a se stessi?

Torinese, classe ’79, Marco Peano lavora come editor di narrativa italiana per Giulio Einaudi Editore. L’invenzione della madre è il suo esordio letterario.

Scrivi