Libri, “Per quelli come noi … che amiamo i Pooh”, il regalo dei fan alla storica band

di Elisa Guccione

È un atto d’amore creato e pensato dalla scrittrice Silvana Adami, insieme al grande popolo dei Pooh gruppo facebook, quello di trasferire le tante e diverse emozioni provate ascoltando una canzone o partecipando ad un concerto in un libro, verso chi da mezzo secolo non ha mai tradito il suo pubblico ed ha saputo rinnovarsi e crescere regalando ogni volta sensazioni diverse e avvincenti. “Per quelli come noi … che amiamo i Pooh”, Castelvecchi Editore sezione Ultra distribuito da oggi in tutte le librerie d’Italia e ordinabile anche via rete, nato sulla scia del fratello maggiore “Poohrenoi storie vere di fan” vincitore del premio speciale “emotion” del concorso letterario internazionale della città di Cattolica, racconta in maniera semplice e diretta la vita di tutti coloro che sono nati e cresciuti con la musica di Roby, Dodi, Red, Stefano e Valerio.copertina Non è un libro di esaltati o di fanatici ma di gente che ha amato, gioito e  sofferto con le canzoni di quei ragazzi che hanno saputo dare vita ai propri sogni. In quasi duecento pagine sono narrate le storie di coloro che da quel 28 gennaio 1966 hanno vissuto per intero questa storia fatta di musica e passione, chi ha imparato ad apprezzarli ed amarli attraverso i dischi dei propri genitori o semplicemente chi accompagnando amici o fidanzate ad un loro concerto è rimasto rapito dall’enorme grinta e professionalità sfoderata sul palco. Tre le generazioni di italiani presenti nel libro che, attraverso le loro personali poohstorie e il loro amore per la band più longeva d’Europa,  parlano della storia e del costume del nostro Paese.

L’Italia unita da nord a sud dalle note dei Pooh. Ci sono le cover band “The Legend” di Torino, i “Brennero 66” di Roma e la storia d’amore tra il chitarrista calabrese della band “Opera Prima” con un’altra fan. Ed ancora l’incredibile e coraggioso racconto di Eleonora Riggi, disabile, che insieme a Nicola Palmarini scrive una delle pagine più belle dell’opera spiegando come la musica dei quattro musicisti abbia arricchito la propria vita fino a realizzare l’obiettivo di andare a vedere i nostri anche all’Olimpya di Parigi, da cui è nata l’idea di realizzare il documentario “La strada verso Olimpya”.

Silvana Adami consegna il primo libro dei fan ai Pooh

Silvana Adami, insieme al grafico del nuovo libro Gianni D’Angelo, consegna il primo lavoro ai Pooh

L’esperienza musicale di Miki Porru, dei Sonohra e di Vincenzo Carnì del talent “Ti lascio una canzone” influenzata inevitabilmente dai quattro artisti.

Ben dieci, invece, le storie di ammiratori siciliani la cui vita è stata accompagnata e segnata dalla musica di coloro che hanno sempre saputo mantenere un contatto diretto e sincero con il proprio pubblico.

Un regalo sentito e voluto, in occasione delle nozze d’oro con la musica e del loro addio alle scene, a chi quotidianamente è stato ed è una presenza costante di molti italiani.

Elisa Guccione

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi