In uscita per Bonfirraro. Alla vigilia della scarcerazione di Totò Cuffaro, prevista per la metà del mese prossimo, un libro a firma del giornalista romano Simone Nastasianalizzerà nel dettaglio tutte le varie fasi processuali relative al dibattimento che ha portato alla condanna a sette anni dell’ex presidente della Regione Siciliana, per rivelazione del segreto istruttorio con l’aggravante di favoreggiamento mafioso. Un’accusa che l’ex governatore della Sicilia ed ex senatore dell’Udc e del Pid (Popolari Italia Domani) ha sempre respinto.

Diversamente da “Il candore delle cornacchie” e “Le carezze della nenia”, i libri quasi intimistici in cui Cuffaro ha raccontato la sua dimensione più privata – il saggio di Nastasi, snello e agile, punta a fare un excursus sull’intero iter processuale, prendendo in considerazione le tesi dell’accusa e quelle della difesa, accompagnate dall’analisi dell’operato politico di diverse personalità che hanno ruotato attorno al personaggio più controverso della politica isolana e non, il più amato dai suoi sostenitori e contemporaneamente il più odiato dai suoi detrattori.

In esclusiva il libro conterrà un’intervista a un co-imputato di Cuffaro, che non ha mai rilasciato dichiarazioni a livello mediatico.

Per Totò Cuffaro, che ha beneficiato della riduzione per buona condotta, le porte del carcere romano di Rebibbia si riapriranno il 16 dicembre, in una direzione opposta rispetto a quella di quattro anni e undici mesi fa. L’ex presidente dei siciliani avrà così scontato la sua pena.

Scrivi