Lunedì 19 gennaio, alle 16.30, nello scenario storico,  prestigioso e suggestivo della Sala Gialla di Palazzo dei Normanni,  è stato presentato il  romanzo di Enzo Randazzo “Sicilia my love”, con guida alla lettura di Gisella Mondino.
Il romanzo, che  ha il merito di sviluppare nel lettore un interesse per la storia, la lingua e le tradizioni siciliane, nonché l’amore per la Sicilia, soddisfa la Legge Regionale n. 9/2011, dunque ha ottenuto il patrocinio dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali e dell’identità siciliana ed è stato adottato ed apprezzato dagli studenti di numerose Scuole Medie e Superiori siciliane. Prestigiosi anche i riconoscimenti della Critica, con l’assegnazione della Pergamena Pirandello 2015, della Campana di Burgio e del Premio Internazionale Sicilia 2015.
Di fronte ad un  parter d’eccellenza del mondo cattedratico, accademico ed istituzionale, Claudia Brunetta, ha sapientemente stimolato e moderato la conversazione degli autori con Michele Cimino,  Gioacchino Lavanco, Aldo Gerbino, Carmelo Spalanca, Antonio  Chella e Alessandro Becchina. Hanno partecipato  al dibattito con i loro interventi critici Dirigenti Scolastici e Docenti delle Scuole Primarie e superiori provenienti da diverse province siciliane. In particolare il Prof. Lavanco ha sottolineato la positiva concezione della Sicilia e della Sicilianità di Randazzo, Aldo Gerbino ha evidenziato le corrispondenze tra i bellissimi paesaggi di Sicilia, my love e la pittura del Maestro Gianbecchina, la Dirigente Chiara di Prima e la prof. Francesca La Russa, che fanno sperimentato l’uso didattico del romanzo, con la preziosa guida alla lettura di Gisella Mondino,  hanno evidenziato che i temi proposti si prestano a suscitare confronti critici con altri scrittori siciliani e riflessioni degli alunni su temi di grande attualità e di grande valenza formativa, quali l’interculturalità ed la cultura della legalità.Sala Gialla  pubblico

Originali anche gli spunti di Carmelo Spalanca sul tema del viaggio e sulla palingenesi di Cagliostro, di Alice Titone sul tema dell’amicizia tra i giovani, di Paolo Marciante sulla forza della lingua e dello stile di Randazzo e le notazioni di Daniela Rizzuto  sugli aspetti teatrali del romanzo. Il Prof. Basilio Bacile ha attenzionato la creatività immaginativa dell’intreccio narrativo, mentre Angela Balistreri si è soffermata sulle figure femminili, Carmen Bonanno su differenze ed  analogie con altri scrittori siciliani e Ida Rampolla sulla cultura Europea del romanzo.
Nel  corso  della  manifestazione la prestigiosa Giuria, presieduta dal Prof Aldo Gerbino, con i Prof. Totò Rizzuti, Prof. Alessandro Becchina, Prof.ssa Silvia Guaiana, Prof. Nicolò D’Alessandro, dopo aver lodato l’impegno e l’entusiasmo di tutti gli studenti partecipanti al  Concorso  regionale “Sicilia  my  love  in …  Arte ”,  ha premiato i vincitori delle tre sezioni.  Il romanzo è stato rivissuto “teatralmente” grazie all’appassionante Reading dei noti attori  Mario Pupella, Franco Bruno, Annalisa Misuraca, Pippo Puccio, Julia Bono, che hanno entusiasmato con la loro recitazione.

La tradizione della musica siciliana è rivissuta nel melodioso canto del Tenore Giuseppe Lo Sciuto, accompagnato al pianoforte dal Maestro Dario Vallone, che hanno inframezzato Sicilia anticaVui durmiti ancora e Brinnisi

Gisella Mondino ed Enzo Randazzo hanno concluso ringraziando tutto il Team di Sicilia, my love, i critici, i Docenti, i Dirigenti, i giovani e tutto il numeroso e qualificatissimo pubblico intervenuto, che hanno reso possibile una cosi ricca e prestigiosa manifestazione.

 

Scrivi