di Mariagrazia Miceli

“Double Gran Piano Rock”, la grande musica rock per due pianoforti eseguita dai due Maestri Mario Spinnicchia e Karym Daidone, è il titolo della serata organizzata venerdì 7 agosto 2015 con il patrocinio del Comune di Linguaglossa da MAD, Musica-Arte e D’intorni, nel suggestivo Colonnato dei Domenicani.

Due pianoforti a coda, luci soffuse, immagini che scorrono su uno schermo e sonorità conosciute in una veste suggestiva, seppur inconsueta per due pianoforti a coda, hanno avvolto il numeroso parterre accorso ad apprezzare l’insolita resa dei celebri brani rock presentati dai due musicisti.

«Non esiste la musica classica o la musica leggera, c’è solo la grande musica, quella con la M maiuscola. Lo dico sempre ai miei allievi» afferma Mario Spinnicchia. «L’idea è partita da Karym, mio allievo all’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania – dove attualmente frequenta il secondo anno del triennio ndr – che l’anno scorso mi ha proposto di fare musica rock con due pianoforti. All’inizio, a dire la verità, non ero convinto perché l’orchestrazione, il tipo di struttura musicale con amplificazioni, distorsioni e sintetizzatori sono diverse e difficili da riproporre in questa veste. Poi ho cominciato a pensarci ed ho iniziato a scrivere le trascrizioni, scegliendo i brani più pianisticamente fattibili e adattabili. Abbiamo scelto quelli con una tessitura al pianoforte, come può essere Bohemian Rapsody dei Queen, ma alcuni sono stati piuttosto difficili da arrangiare come “Shine on you Crazy Diamond” dei Pink Floyd; per fortuna con la doppia sonorità siamo riusciti nella resa».

“Danny’s Blues” (da “La leggenda del pianista sull’oceano”) di Morricone, “Honky Tonk Train Blues” nella versione di Keith Emerson, “Sweet Home Chicago” dei Blues Brother, “Karma Police” e “Paranoid Android” dei Radiohead, “Confortably Numb” dei Pink Floyd, “Roadhouse Blues” dei Doors, “With or without you” degli U2, oltre ai due già citati, sono stati i brani eseguiti, intermezzati da “The great gig in the sky” dei Pink Floyd e “Think” di Aretha Franklin cantati da Kathrine Donzuso. Bis finale “Hey Jude” dei Beatles.

«Abbiamo proposto questi brani già quattro volte in questa stagione – conclude il Maestro Spinnicchia – e devo dire che l’esecuzione viene accolta sempre con grande successo. Riproporremo questa soluzione dei due pianoforti, ma l’anno prossimo proveremo con i cantautori italiani perché vogliamo proporre la bella musica leggera, quella importante, quella che è rimasta impressa nei cuori degli ascoltatori».

Scrivi