I Carabinieri della stazione di Linguaglossa hanno denunciato una coppia di truffatori residente nel paese etneo, lui catanese di 42 anni e la sua compagna messinese di 45 anni, per aver architettato una truffa ai danni di un disabile sottraendogli soldi e oro.
All’esito di una breve ma intensa attività d’indagine i militari hanno riscontrato l’esistenza di un raggiro verso un 45enne con disabilità mentale al quale i malviventi avevano promesso un posto di lavoro. Così, con la prospettiva di rendergli migliore il futuro, l’uomo e la donna si erano guadagnati la fiducia del soggetto tanto da farsi consegnare gioielli in oro e denaro contante per un valore complessivo di 2500 euro.
I familiari del malcapitato, non intuendo la gravità del problema ma notando che il figlio improvvisamente rifiutava il cibo, insospettiti si sono rivolti alle Forze dell’ordine per cercare di capire se qualche malintenzionato avesse avvicinato o infastidito in qualche modo il poveretto.
Con la consueta professionalità e sensibilità, i Carabinieri hanno avvicinato la vittima e sono riusciti a farsi confidare la brutta storia. Dalla descrizione delle fattezze fisiche gli investigatori hanno intuito di chi potesse trattarsi così hanno deciso di organizzare un incontro monitorato con la finalità di riscontrare la falsa promessa del posto di lavoro e procedere ad una loro compiuta identificazione. Durante lo stesso hanno bloccato la coppia ed hanno eseguito una perquisizione personale e domiciliare non rinvenendo, però, alcun oggetto in oro di proprietà della vittima ma riuscendo ad ottenere una vera e propria confessione con l’indicazione dell’esercizio di “Compro Oro” dove avevano già venduto il maltolto.
Immediatamente, volendo evitare che i monili fossero avviati alle fonderie, è stato raggiunto l’esercizio commerciale e recuperati molti dei gioielli truffati alla vittima che sono stati riconsegnati.

A proposito dell'autore

Giornalista free lance - Educatore dell'infanzia

Comincia la sua carriera giornalistica scrivendo per il giornalino del liceo scientifico che frequenta. Entra a far parte della redazione catanese del Giornale di Sicilia, da cui non si è mai separato, nel 2005. Primo articolo ufficiale realizzato il 23 ottobre 2005 (a 19 anni ma il 31 ottobre sarebbero stati 20) per la gara di calcio di Prima categoria Calatabiano - Victoria 1-0. Dopo anni di studio e sacrifici ottiene la laurea in "Educatore dell'infanzia" nel 2013. Attualmente collabora anche con gds.it, con HercoleTv e con il mensile Il Cittadino Libero. Ama il cinema, i concerti, i viaggi e la buona musica. Ha visitato tutta la Sicilia, Malta, il Salento, Roma, Venezia, Milano, la Romagna, Firenze, Pisa, Lucca, Ascoli, Varese, Aosta, Caserta, Napoli, Perugia, Parigi, Barcellona, Basilea, Ginevra e Lugano. Lo sport in generale è la sua passione ma specialmente il calcio, la pallavolo, il basket e l'atletica leggera. Inoltre segue costantemente la cronaca nera, bianca e la politica.

Post correlati

Scrivi