CATANIA − Ne hanno parlato ai giornalisti nella Pescheria di Catania gli assessori Angela Mazzola, Orazio Licandro e Salvo Di Salvo presentando con l’organizzatrice Sarah Spampinato  l’edizione del Pop up Market che si svolgerà il 29 e 30 di agosto nella capitale britannica.
“Si tratterà − ha spiegato l’assessore alle Attività produttive Angela Mazzola − della prosecuzione di una magnifica esperienza cominciata a Catania nell’ottobre dello scorso anno e che in trenta edizioni ha avuto oltre centomila visitatori. Pop up Market è una vetrina per valorizzare ed esportare le nostre eccellenze artigianali, artistiche, creative, ma anche enogastronomiche. E in questi mesi, coniugando storia e cultura con la creatività, qui in Pescheria, con l’iuto della Circoscizione e degli operatori, la manifestazione è cresciuta in maniera esponenziale. Abbiamo contribuito a rigenerare alcuni quartieri catanesi e siamo pronti a spostarci in altri”.
Ossia nel quartiere di San Berillo dove, il 4 luglio, la manifestazione si sposterà, così come voluto dal sindaco di Catania Enzo Bianco che ha sempre apprezzato il Pop up Market e lo ha visitato in diverse occasioni.

“In luglio – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Salvo Di Salvo – faremo coincidere il Pop up Market  con l’intitolazione da parte del sindaco di piazza delle Belle alla scrittrice Goliarda Sapienza. L’autrice de ‘L’arte della gioia’, infatti, era nata e cresciuta proprio nel quartiere, sul quale l’Amministrazione comunale sta lavorando da tempo insieme con associazioni e movimenti della società civile per farlo rinascere. Siamo certi che anche a San Berillo questa manifestazione avrà un grande successo”.
“Qualche anno fa − ha sottolineato l’assessore alla Cultura e al Turismo Orazio Licandro − si parlava di immaginazione al potere e  il Pop up Market è la dimostrazione di come quell’intuizione fosse esatta. In pochi mesi è diventato un’icona della nuova identità del Catanese e di quel ‘pittoresco 2.0’ che rappresenta, a quanto emerso da recenti analisi condotte sul web, una delle maggiori attrattive turistiche della città etnea. Sono felice che un pezzo di Catania raggiunga il cuore di Londra”.

“Quello siciliano − ha spiegato Sarah Spampinato −  è un inconfondibile lifestyle che Pop up Market reinterpreta in chiave contemporanea. Porteremo la nostra terra a Londra, capitale mondiale dei mercatini e luogo che sente fortissimo il fascino del sicilian style. All’estero, basta dire di essere siciliani per ricevere in cambio sorrisi, perché la nostra è una terra da sogno. Ma poiché i britannici trascorrono in gran parte le loro vacanze in Spagna faremo in modo di spiegare loro che esiste di meglio: Catania e la Sicilia. E lo faremo nel  più antico e famoso mercato londinese, lo Spitalfields Market, è anche il più glamour, meta obbligata di londinesi in carriera e turisti per sette giorni alla settimana e una media di 50.000 visitatori al giorno”.
A Londra ci sarà un angolo con le foto di Catania scattate su Instagram e materiale promozionale puntato particolarmente al turismo giovanile.
All’incontro erano presenti, tra gli altri, anche il vicecomandante della Polizia municipale Stefano Sorbino, il consulente del sindaco per il marketing territoriale Livio Gigliuto, il vicepresidente della Prima circoscrizione Mario Tomasello con il consigliere Davide Ruffino, i rappresentanti della Panvision “Ricreare San Berillo” e alcuni dei creativi di Pop up market.

Scrivi