RAGUSA – Si è concluso l’incidente probatorio davanti al gip di Ragusa per l’acquisizione dei filmati delle telecamere di Santa Croce Camerina, entrate nell’inchiesta del processo per l’uccisione di Loris Stival, il bimbo di 8 anni per il cui delitto è accusata la madre.

Il giudice per le indagini preliminari, Claudio Maggioni, ha nominato come perito l’ingegner Luca Losio, di Crema, che avrà a disposizione 90 giorni di tempo per concludere le operazioni che gli sono state prescritte.

Intanto, il legale della madre di Loris, l’avvocato Francesco Villardita, al termine dell’incidente probatorio ha dichiarato: “Veronica Panarello è più che mai decisa ad andare avanti in maniera determinata per mostrare a tutti i costi l’estraneità ai fatti che le sono contestati”. Al contrario,  Daniele Scrofani, legale del papà di Loris, spiega: “Davide Stival ha visto cose che sono in contrasto con le affermazioni di Veronica Panarello. E resta ferma la sua decisione di non volere vedere la moglie per il momento”.

Scrivi