Daniele Lo Porto

Proprio in questi giorni, settantatré anni fa, si combatteva la battaglia di Sicilia, tra le forze alleate (Stati Uniti e Gran Bretagna, principalmente) e i soldati italiani e tedeschi, che presidiavano l’Isola. Dal 10 luglio al 17 agosto si segnò quello che sarebbe stato l’esito della Seconda guerra mondiale, con il crollo del fascismo, la progressiva ritirata di chi difendeva la Penisola, la guerra civile e, infine,  “la liberazione”.

Pagine di storia che è possibile rivivere in alcuni musei e collezioni private in Sicilia, il più noto è il Museo dello sbarco in Sicilia 1943, inaugurato  nel 2003 alle Ciminiere di viale Africa, a Catania.

A parte il settantesimo dello Sbarco, su iniziativa personale di Salvo Pogliese, attualmente deputato europeo,  questa ricorrenza è passata sempre inosservata, più che dimenticata diremmo nascosta.

Noi di Sicilia journal, invece, vogliamo ricordare questo evento e lo facciamo con una elaborazione grafica di Amalia Bruno, che potrebbe essere l’immagine di un francobollo commemorativo. Offriamo questa immagine a chiunque, ente pubblico, associazione culturale, associazione d’arma o altro, intenda realizzare un annullo filatelico o semplicemente ricordare il sacrificio enorme di vite umane, su un fronte e sull’altro.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi