CATANIA – Nuovo appuntamento domani per la manifestazione “Lungomare liberato”, che torna nella sua versione estiva pomeridiana.

Come sempre, i varchi saranno chiusi dalla Polizia municipale alle 17 e riaperti alle 22. Le auto parcheggiate, anche correttamente, nell’area chiusa al traffico, dovranno lasciare l’isola pedonale entro le 16, poi saranno rimosse. Si potrà raggiungere il Lungomare gratuitamente grazie ai bus dell’Amt, parcheggiando l’auto nell’area di viale Raffaello Sanzio.

L’accesso al Lungomare sarà consentito ai veicoli autorizzati, ossia quelli dei residenti, dei disabili, di chi è ospite o deve raggiungere gli alberghi, e di chi è in possesso dei pass perché proprietario o lavoratore in esercizi della zona.

Per gli amanti delle bici, sarà possibile noleggiarle in piazza Europa e in piazza Nettuno, mentre in via del Rotolo si potranno noleggiare anche tantissimi risciò a 2 o 4 posti. Un meccanico di biciclette sarà presente con uno stand in zona monumento dei caduti per riparare bici. I gruppi di Ruote Libere e Total Roller Catania permetteranno di pedalare e pattinare in compagnia.

Tanti i momenti di intrattenimento, offerti dal giocoliere prestigiatore  Mario Grappo, dalle Rondinelle dell’Etna, dai ragazzi di Nhex Parkour&Freerunning Academy, da Snake eventi, dall’associazione culturale Osage Dance di Andrea Zanghi e Dura, dai danzatori di swing,

Ci saranno inoltre: il gruppo dei volontari Giovani Vincenziani e i volontari di Amnesty International, I referenti della rete Crescere al Sud – impegnati nella promozione e nella tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza -, l’associazione di donatori volontari sangue San Marco, Queer as UniCT, che si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica sui pregiudizi basati sull’orientamento sessuale, l’associazione teg4friends onlus con tanti cuccioli da adottare, i ragazzi del Baguazhang arte marziale cinese, e Virgin Active e Kid’s Club per l’intrattenimento per i più piccoli.

Spazio anche alla cultura con l’Autobooks del comune di Catania.

Scrivi