Il presidente Fidal, Alfio Giomi: “Giornata tristissima per l’atletica italiana”.

Giornata di lutto nel mondo sportivo italiano e più specificatamente dell’atletica. La sicilianissima Annarita Sidoti si è spenta all’età di 45 anni dopo aver a lungo combattuto contro una grave malattia. Annarita, nata a Gioiosa Marea, in provincia di Messina, lascia tre figli, Federico, Edoardo e Alberto e il marito Pietro. Le sue imprese sportive, che hanno riscritto la storia dell’atletica italiana, rimarranno a lungo nella memoria degli addetti ai lavori e non solo.

Annarita Sidoti è stata infatti campionessa europea nel 1990 a Spalato ad appena 21 anni, ripetendosi a Budapest nel ’98. A coronamento della sua grande carriera anche un oro mondiale nel 1997 ad Atene.

“Oggi è una giornata tristissima per l’atletica italiana – le parole del presidente FIDAL Alfio Giomi -. Le medaglie della Sidoti sono storia del nostro sport, ma in questo momento dobbiamo ricordare Annarita e quello che fino all’ultimo istante ha rappresentato come donna. La sua grinta, la sua tenacia e quel sorriso che le illuminava il volto sono entrati nel cuore di tutti. Ho avuto la fortuna di essere capo delegazione della squadra azzurra in occasione dei suoi successi a Spalato e Budapest e l’immagine di lei che sventola, piena di gioia, un’enorme bandiera tricolore è un ricordo che in questo momento mi emoziona profondamente”.

(foto sport.sky.it)

Scrivi