Di Flora Bonaccorso

“Coup de theatre” alla prima udienza del processo d’Appello per l’ex presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, condannato lo scorso 19 febbraio 2014 in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa.

L’udienza si è svolta oggi, venerdì 27 marzo, in Camera di Consiglio della Corte d’Appello Terza Sezione di Catania, alla presenza degli avvocati difensori Guido Ziccone e Alessandro Benedetti, e del Sostituto Procuratore Generale Gaetano Siscaro per l’accusa.

Il professore Guido Ziccone ha formalizzato la rinuncia alla difesa di Raffaele Lombardo: in sua sostituzione arriva il professore Franco Coppi, balzato agli onori della cronaca per aver curato la difesa di Silvio Berlusconi in Cassazione e in passato quella di Giulio Andreotti.

Guido Ziccone resta comunque nella rosa del collegio difensivo, stante che il professore Coppi lo ha indicato quale suo sostituto.

In poche parole, Raffaele Lombardo si avvarrà di ben tre avvocati al processo d’Appello.

All’udienza odierna sono state fissate le successive date: il 19 maggio 2015 alle ore 11:30 per le relazioni;  il 16 e il 26 giugno 2015 alle ore 9, per valutare le eventuali richieste istruttorie.

Intanto, l’ex presidente della Regione, attraverso una nota diramata alla stampa, ha annunciato la riapertura dei propri portali “social”: “Dopo un lungo periodo di riflessione – ha spiegato Lombardo – ho deciso di ripristinare la mia onorabilità in tutte le sedi e di far sentire la mia voce alle migliaia di siciliani che mi hanno dato fiducia e consensi durante tutto il mio percorso politico e umano”.

“Consapevole della centralità del web nella comunicazione – ha aggiunto- utilizzerò i miei spazi sia per rivendicare la mia estraneità alle tante accuse che mi vengono mosse. In particolare il blog sarà anche e soprattutto uno strumento di riflessione, di confronto e di proposte. Inoltre voglio dare spazio alle mie passioni e alle mie esperienze”.

Scrivi