CATANIA − Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia potrebbe presentare istanza per costituirsi parte civile nel processo a carico di Mario Ciancio: l’editore catanese è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.  L’avvocato Dario Pastore del foro di Catania parla di “forte segnale di legalità da parte dell’Ordine dei giornalisti”. L’istanza sarà presentata in sede di udienza preliminare e a quel punto spetterà al Gup Gaetana Bernabò decidere se accogliere o meno la richiesta di costituzione di parte civile.

Riccardo Arena, presidente regionale dell’Odg ha precisato: “L’Ordine dei giornalisti di Sicilia ha dato incarico all’avvocato Dario Pastore di valutare la fattibilità dal suo punto di vista tecnico professionale anche attraverso l’approfondimento del materiale, che è a disposizione dell’autorità giudiziaria, l’ipotesi di costituzione di parte civile nel procedimento contro il proprio iscritto Mario Ciancio Sanfilippo imputato di concorso esterno in associazione mafiosa. Allo stato questo materiale non ci risulta disponibile. Naturalmente la valutazione porterà a una decisione che sarà resa pubblicamente all’udienza preliminare che è fissata per il 19 giugno davanti al Gup di Catania”.

Scrivi