TRAPANI – Il tribunale di Marsala, presieduto da Gioacchino Natoli, ha condannato rispettivamente a 13 e 16 anni Patrizia Messina Denaro per concorso esterno, sorella del boss latitante Matteo Messina Denaro, e il nipote del padrino di Castelvetrano Francesco Guttadauro per tentata estorsione e associazione mafiosa.

I giudici hanno anche condannato a tre anni l’imprenditore Vincenzo Torino, accusato di intestazione fittizia dei beni aggravata, mentre hanno assolto Antonino Lo Suto e Girolamo La Cascia.

Scrivi