PALERMO – Operazione antimafia della Polizia di Palermo e Agrigento, denominata Icaro: 13 misure cautelari per presunti esponenti dei clan di Agrigento e Porto Empedocle.
Avrebbe tentato di condizionare alcune opere, tra cui il costruendo rigassificatore di Porto Empedocle, e perfino i trasporti con Lampedusa e la ristrutturazione di alloggi popolari. Tra gli arrestati, il presunto capo della famiglia mafiosa di Agrigento Antonio Iacono, e della cosca di Porto Empedocle, Francesco Messina, di 56.

da ANSA

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi