Il sindaco Bianco, “Continueremo a mettere a disposizione dei senza fissa dimora dei presidi e stiamo già pensando a una struttura permanente”. Smontata in piazza della Repubblica la tenda pneumatica. Squadre di volontari gireranno Catania alla ricerca di senzatetto in difficoltà, in particolare nelle aree in cui solitamente dormono”.  Attivi i numeri di emergenza.

CATANIA – “Finché l’emergenza freddo proseguirà continueremo a mettere a disposizione dei senza fissa dimora dei presidi per la notte: abbiamo attivato il Palaspedini e stiamo già pensando a una struttura permanente in via Vittorio Emanuele: non abbandoniamo gli ultimi”.
Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco confermando che tutte le misure prese nei giorni scorsi continueranno a essere attuate, con il coordinamento del Comune, da istituzioni e volontari anche se è stata smontata in piazza della Repubblica la tenda pneumatica della Cri e l’area è stata ripulita.
In attesa di poter nuovamente utilizzare il deposito bagagli della Stazione centrale, saranno in funzione, oltre al Palaspedini, la Casa del Volontariato di Librino e anche le strutture stabili, gruppi appartamento e piccoli dormitori, gestiti da gruppi di volontariato.
“Con il coordinamento del Comune – ha detto l’assessore al Welfare Angelo Villari – le strutture di volontariato stanno continuando a dare assistenza, tra fornitura di pasti caldi e ricoveri, a più di cento persone. Per questi giorni abbiamo rafforzato in particolare il servizio di accompagnamento in automobile nei presidi di ricovero dei senza tetto, a cominciare dal Palazzetto di piazza Spedini. Le squadre di volontari, coordinate da Salvo Consoli, gireranno Catania alla ricerca di senzatetto in difficoltà, in particolare nelle aree in cui solitamente dormono”.
Se dovessero notare persone in difficoltà i cittadini possono continuare a chiamare il Centro Segnalazione Emergenze del Comune (al numero 095484000) e a quello della Croce rossa (095477151).

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi