Di Alice Vaccaro
HINTERLAND ETNEO – Piogge alluvionali e forti raffiche di vento che non hanno risparmiato i Comuni di Biancavilla, Paternò, Adrano, Santa Maria di Licodia e Belpasso con danni e disagi che si sono registrati un po’ ovunque ieri.
Il danno più grave causato dal maltempo, la scorsa notte a Biancavilla, è stato rappresentato dal crollo del muro di una vecchia casa abbandonata in via Leonardo da Vinci, stradina di via Inessa e proprio nei pressi della chiesa di Sant’Orsola. Grandi massi e calcinacci hanno invaso l’intera strada tanto da renderla impercorribile. Sul posto sono giunti i Carabinieri, i Vigili del fuoco del distaccamento di Adrano che hanno transennato l’area interessata dal crollo e una squadra dell’ENEL che ha provveduto a mettere in sicurezza i cavi elettrici. La fortuna ha voluto che al momento del crollo nessun mezzo o pedone si trovasse intento a percorrere la strada. Notevoli le infiltrazioni d’acqua nella vicina chiesetta di Sant’Orsola (edificio questo le cui condizioni appaiono decisamente precarie ed il rischio di crollo elevato con il tetto della struttura già avvallato).
E sempre a Biancavilla i Carabinieri ed i Vigili del fuoco sono stati allertati per intervenire presso un appartamento, abitato da un’anziana e dalla figlia. La casa a causa delle ponderose infiltrazioni d’acqua piovana è stata dichiarata dai pompieri momentaneamente inagibile. Per la madre e la figlia, non avendo la possibilità di essere ospitate dai parenti, si e’ subito presentato il problema di un alloggio temporaneo. E’ stato in operatore di una Tv locale, presente sul posto, a contattare personalmente al sindaco Giuseppe Glorioso (tra l’altro fuori sede) che ha subito risolto la situazione. Le due donne sono state così alloggiate presso un hotel della città dove hanno trascorso la notte.
Il cattivo tempo ha fatto poi registrare un incidente autonomo causato da un tombino che, presente lungo via Vittorio Emanuele, oramai sovente salta alle prime piogge rappresentando un potenziale pericolo per gli automobilisti. Un giovane alla guida di un Alfa Mito per evitare l’ostacolo, notato all’ultimo istante, ha perso il controllo del mezzo finendo contro il muro di un’abitazione; e per fortuna (anche in questo caso) nessuno si trovava lì nei pressi. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri per i rilievi del caso. E sempre in via Vittorio Emanuele diversi alberi sono stati sradicati dal vento. Inoltre la pioggia ha trascinato vari detriti nelle strade tra cui alcuni pali in legno utilizzati per l’illuminazione artistiche delle festività patronali, sono stati gli uomini della Protezione Civile Biancavilla Onlus ad intervenire per eliminare il pericolo dalla strada.
Da Biancavilla a Santa Maria di Licodia, anche qui alberi abbattuti e disagi vari.
A Paterno’ soliti problemi con allagamenti e tombini saltati. I Vigili del fuoco sono dovuti intervenire per trarre in salvo alcuni automobilisti rimasti in panne in via Fonte Maimonide. La recinzione del campo sportivo “Totuccio Bottino“ è stata, invece, piegata all’esterno dalle forti raffiche di vento. Alberi spezzati e caduti poi nelle zone Ardizzone e Salinelle. E senza tralasciare i torrenti straripati, soprattutto quello in zona Tre Fontane; i corsi d’acqua sono poi rientrati nella loro sede ma lasciando sulle strade un letto di detriti.
Anche ad Adrano allagamenti nei soliti punti, su tutti la strada di contrada Naviccia che ad ogni pioggia, da decenni ormai,diventa impraticabile.
Inevitabili danni e disagi anche a Belpasso. Un’auto con a bordo due anziani è inspiegabilmente finita all’interno del laghetto artificiale posto all’esterno del centro commerciale Etnapolis.
Una lunga giornata da bollino rosso che fortunatamente non ha fatto registrare feriti.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi